La Germania fuori dal nucleare, notizia passata un po’ troppo inosservata nei giorni scorsi

mercoledì, giugno 1st, 2011

Gran parte dei reattori tedeschi sarà disattivato entro quest’anno, mentre gli ultimi tre funzioneranno per altri undici anni al massimo. Il ministro Norbert Roettgen ha spiegato tre giorni fa che gli otto reattori dei 17 che non sono collegati alla rete di produzione di energia elettrica non saranno più riattivati.

La decisione è frutto delle riflessioni che il governo tedesco ha avviato dopo il disastro di Fukushima, che ha provocato proteste di massa nel paese, contro l’impiego dell’energia atomica. L’energia nucleare garantisce attualmente il 22% del fabbisogno di elettricità del Paese.

Ebbene, grazie al ballottaggio vje ha attirato tuta l’attenzione questa strepitosa decisione del governo tedesco è passata quasi inosservata. E a tuitt’oggi non se ne parla ( l’ho appena constatato nel dibattito sul nucleare su Sky).

Il Giappone in ginocchio per il nucleare. La Germania che ne esce. La Clinton che a suo tempo ha detto: dobbiamo ripensarci. Insomma questo è il mondo del futuro, altro che nucleare ad ogni costo.

tagged under:

About Paolo Brogi - View all posts by Paolo Brogi

This author has not fill out his/her bio, coming soon.

Follow paolo-admin on:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *