Il Vaticano: sì è un nostro gendarme, ma perché non avremmo dovuto esserci?

martedì, gennaio 31st, 2012

Era un gendarme vaticano, lo ammette ora la Santa Sede. Con un comunicato inviato oggi a “Chi l’ha visto?” il portavoce della Sala Stampa Vaticana, Padre Federico Lombardi, spiega il perché della presenza di un gendarme alla manifestazione di protesta di pochi giorni fa per Emanuela Orlandi di fronte alla chiesa di Sant’Apollinare. Le foto dell’uomo in abiti borghesi, ripreso mentre era intento a fotografare la manifestazione, avevano tra l’altro spinto  Walter Veltroni a presentare un’interrogazione al ministro dell’interno. Ora la Santa Sede ammette la presenza considerandola assolutamente lecita. E “Chi l’ha visto?” tornerà ad occuparsi della vicenda nella puntata di mercoledì sera.
“La manifestazione in Piazza Sant’Apollinare era pubblica e la popolazione era stata pubblicamente invitata a partecipare – spiega il comunicato della Santa Sede -. Non aveva dunque alcun carattere riservato, e immagini e manifesti erano esposti intenzionalmente in pubblico. Era anche chiaro che in tale manifestazione si sarebbero fatti riferimenti al Vaticano. Poche settimane prima vi era anche stata una presenza organizzata in Piazza San Pietro. Non si vede dunque perché non si dovesse seguire ciò che sarebbe avvenuto in Piazza Sant’Apollinare, senza alcuna intenzione di identificazione di persone (del resto del tutto inutile) e tanto meno di intimidazione, ma riprendendo a fine di documentazione alcune immagini di manifesti e scritte esposti in pubblico proprio perché fossero visti e riportati dai media. Per quanto riguarda i rapporti fra la Gendarmeria vaticana e le autorità italiane di Pubblica Sicurezza, sono ottimi e assolutamente trasparenti”.
Paolo Brogi

tagged under:

About Paolo Brogi - View all posts by Paolo Brogi

This author has not fill out his/her bio, coming soon.

Follow paolo-admin on:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *