Nuove gare: chi è peggio, i partiti, la mafia o Grillo?

lunedì, aprile 30th, 2012

Grillo è peggio dei partiti e della mafia. Non c’è mai limite al peggio.

Da corriere.it: Beppe Grillo sul ring della politica sferra colpi a raffica. E oggi nel suo tour elettorale palermitano non ha fatto eccezione e, forse ispirato dal luogo, ha azzardato un parallelo-choc tra la mafia e i partiti: «La mafia non ha mai strangolato i suoi clienti, si limita a prendere il pizzo. Ma qua vediamo un’altra mafia che strangola la sua vittima». «Vogliamo nomi e cognomi di chi sta portando al macello il Paese», ha poi detto il comico genovese ipotizzando una sorta di lista di proscrizione. E infatti, ha aggiunto: «Facciamo un processo con una giuria popolare e poi mandiamoli a fare i lavoratori socialmente utili». Sempre sui politici, nel corso dell’incontro con la stampa, Grillo ha detto: «Lasciateli sfogare, son ragazzi… Non appena rimarranno senza televisioni, senza giornali e senza i poliziotti che sono ormai stanchi di far da scorta a quelli che fanno il burlesque, e si iscrivono al Movimento 5 Stelle di nascosto allora saranno costretti a confrontarsi con i cittadini».Riprendo questo post di un amico torinese sulla questione:

Un pagliaccio è un pagliaccio, è un pagliaccio, è un pagliaccio, è un pagliaccio. E nulla più. Salvo che una massa di idioti lo ritenga un grand’uomo. Anche l’imbianchino di Braunau am Inn era solo un imbianchino. Finché non trovò una turba di seguaci beceri e tumultuanti contro i “politicanti” della Repubblica di Weimar.

BM

tagged under: ..

About Paolo Brogi - View all posts by Paolo Brogi

This author has not fill out his/her bio, coming soon.

Follow paolo-admin on:

2 Responses to Nuove gare: chi è peggio, i partiti, la mafia o Grillo?

  1. Lillo V. says:

    Vorrei dire che Grillo vomita idiozie giorno dopo giorno. Ma ciò che mi ha fatto incazzare non è stato tanto ciò che questo essere inutile ha detto al comizio, quanto l’espressione divertita di coloro, giovani ed anche meno giovani, avevano dopo la battuta grilliana. QWuesti grillini, i quali si offendono se tali li definisci, come ha fatto uno dei ricercatori di Tv Talk, riprendendo Bernardini per il termine, (” Bernardini non usi questo termine”, così ha catechizzato il neo-grillino), pensano di essere ad uno spettacolo del comico e wuindi ridono alle battute, anche quelle serie sulla Mafia. Ciò dimostra la superficialitè di queste persone, la loro ignoranza politica, sociale e culturale, anche se molti dovrebbero essere scolarizzati M auqesta è l’Italia,questo è l’italiano di Totò,fascista, democristiano, oserei dire anche pannelliano, craxiano, berlusconiano ed ora grilliano. E come ha detto oggi Fiorello a Grillo: ma vai a pgliartela in c…. in romanesco-siciliano. Grillo invece di chiedere scusa, non dico alla nazione, ma quantomeno alle vittime della mafia che giustaente si sono adirate, se neè uscito: mafioso, mi mancava questo appelletivo. No, Grillo sei cretino ed ignorante, nel senso culturale della parola, perchè poi per i soldi sei proprio furbo, visto il tuo reddito e conto in banca. Ah a proposito, ma tu non odi le banche? Un saluto al verme.

    • maria luisa says:

      No, questo è l’Italiano dovrebbe essere detta a lei, caro signore.
      Conforme e conformato ai Partiti, alle Istituzioni, al rigido pensare ed al rigido commentare. Conforme e conformato a quei partiti ed a quelle istituzioni che, oggi, non hanno più senso e che si trascinano come un vecchio corpo trascina le proprie gambe inerti. Per cosa si è adirato, caro signore? Forse perché Grillo parla di cose serie con il tono del comico? E perché, caro signore, lei non si adira con il nostro Parlamento corrotto fino alle fondamenta o con i nostri Giudici corrotti anch’essi sino al midollo o con questo Governo che sta spremendo il Popolo come fosse un limone mantenendo intatti i privilegi delle Banche, dello Stato del Vaticano nel Nostro Territorio, dei Politici e della Magistratura?
      Io non sono una grillina in quanto non iscritta al Movimento 5 stelle ma, le assicuro, caro signore, che nutro simpatia per il sig. Grillo il quale ha il coraggio di dire, anche se a suo modo, la Verità.
      Le vittime della Mafia si sono adirate? E perché, caro signore, non si sono mai adirate con i Politici che hanno sempre protetto la Mafia? Con quei Politici che hanno fatto e fanno affari con la Mafia?
      Forse Grillo ha un pochino esagerato ma, non è forse vero che i Partiti Politici e chi li dirige e la stragrande maggioranza dei nostri Politici, sono peggiori della Mafia?
      La Mafia la si può combattere con delle leggi appropriate, con dei Processi e delle condanne appropriate, con uno spiegamento di Forze dell’Ordine ma, questi nostri Politici, o meglio, Politicanti con cosa li combattiamo? Con le Leggi che loro stessi si fanno a misura di Partito o di uomo politico? Con Processi per i quali si ha bisogno dell’autorizzazione degli stessi? Con uno spiegamento di Forze dell’Ordine le quali dipendono dal Ministero dell’Interno e da altri Ministeri?
      Lei ha dato del verme al sig. Grillo e non sta a me giudicare o commentare ma. da persone qualsiasi, quale io sono le dico che lei somiglia ad un serpente della peggior specie. Si, ad un serpente che striscia in quanto incapace di alzarsi sulle gambe e contemporaneamente alzare la testa.
      Le auguro di trovare buono il sapore della terra su cui striscia.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *