Educatori: la preside impaurita e la partigiana centenaria

giovedì, maggio 10th, 2012

La preside del liceo  scientifico statale  Righi, a Roma,  ha paura di invitare una donna di cento anni di età, una semplice partigiana.

Sembra una storia paradossale. Giovanna Maturano centenaria dice sì a un  liceale che si è fatto portavoce della richiesta di invitarla al suo liceo. Non sa che il Righi è però “oggetto” di iniziative di estrema destra (anche aggressioni come con i rtre ragazzi feriti di r4ecente), un po’ come l’Avogadro (ma in passato è successo anche col Giulio Cesare e altre scuole).

E allora cosa succede? Nel consiglio d’istituto che deve decidere sull’invito la preside che è ago della bilancia sceglie il no. Niente partigiani al liceo.

Oggi Giovanna Maturano che vive presso la figlia non è stata raggiunta da questa brutta storia. Meglio per lei.

Aver fatto da collegamento tra le donne della Resistenza in quei mesi neri dell’occupazione nazista a Roma non è, per la preside del Righi e gli altrei oppositori, una buona ragione per essere ascoltata. Cosa potrà mai dire questa centenaria?

Coswì vanno le cose a Roma, avvezza in questi ultimi tempi ad iniziati ve istituzionali come quella di far intervenire Franco Freda in Campidoglio e, se non si può, allora procedere con altri interventi e premi.

Roma città medaglia d’oro della Resistenza accetta tutto questo?

tagged under: ...

About Paolo Brogi - View all posts by Paolo Brogi

This author has not fill out his/her bio, coming soon.

Follow paolo-admin on:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *