Revisionismo antimmigrati, Moretti al Sacher ospita una rilettura infondata della strage di Castelvolturno

giovedì, luglio 5th, 2012

Una serata un po’ spiacevole al festival della Sacher a Roma “Bimbi belli”. Si proietta Là-bas, di Guido Lombardi, palesemente ispirato alla strage di Castelvolturno che nel 2008 vide colpiti dalla camorra sei giovani immigrati africani. Nel film i morti diventano manovalanza dei narcotrafficanti africani. Per gli inquirenti invece le vittime non erano coinvolte in nessun traffico. Questa la verità ufficiale. Saviano di recente ha scritto che probabilmente fu una pulizia etnica da parte della camorra tesa a ridurre la presenza ingombrante di africani sul litorale domizio, litorale da recuperare economicamente.

Però il film, peraltro suggestivo e ben fatto di Chiesa, viaggia su un’altra onda. Nanni Moretti conduce poi la discussione, molto ovattata, molto da cinéphile. Al regista Chiesa sfugge solo che alla proiezione in anteprima a Castelvolturno molti africani non erano d’accordo con l’assunto deol film. E ci mancherebbe…

Però nell’arena Sacher di tutto questo non c’è traccia, complice una conduzione morettiana che a tutto guarda fuorché alla sostanza.

Ora un film è un film, ma se si ispira e ricalca un fatto di cronaca (peraltro recentissimo, siamo nel 2008) la tesi adottata conta. Eccome. Però gli spettatori del Sacher non ci fanno caso.

Non sanno che la strage di Castelvolturno è stata preceduta da altre stragi di immigrati, non ricordano nomi di vittime come Jerry Masslo, al Sacher è più facile parlare di scelte stilistiche.

Si dirà: stiamo parlando di una strage di immigrati, non cerchiamo il pelo nell’uovo. Certo, è più facile dibattere su Piazza Fontana e sul prodotto di Tullio Giordana.

Però il film di Chiesa, per concludere, ha scelto di propalare notizie sballate. Avrà pure importanza anche filmica tutto questo, o no? E poi ricpo0rdiamolo pure: la morte dei giovani immigrati scatenò una intensa mobilitazione, quasi una rivolta, degli immigrati. Questo però nel film non c’è, è evidfente: che rivolta ci sarebbe mai potuta verificare con dei morti miserabili pusher? E invece ci fu rivolta, segno che i morti non erano quel che Chiesa ha invece mostrato…

tagged under: ...

About Paolo Brogi - View all posts by Paolo Brogi

This author has not fill out his/her bio, coming soon.

Follow paolo-admin on:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *