Crespi e Giannotta, le orecchie di Alemanno fischiano ancora…

giovedì, ottobre 11th, 2012

Ad Alemanno in queste ore stanno fischiando assai le orecchie. Due arresti non troppo eccellenti concorrono a turbare le attività del sindaco di Roma.

La più rilevante riguarda l’ombra di nuovo della ‘ndrangheta e della criminalità organizzata che attraverso Ambrogio Crespi cala su Roma. L’indagine riguarda in realtà Milano e gli arresti decisi dalla Dda milanese. Ambrogio Crespi è stato arrestato a Roma sotto l’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa e voto di scambio. Sarebbe Crespi nel giro dei voti rastrellati tramite le ‘ndrine per l’assessore regionale lombardo Domenico Zambetti.

Ambrogio Crespi è fratello di Luigi (nella foto con Alemanno), ingaggiato da Alemanno come spin doctor e addetto al restyling dell’immagine di Alemanno sindaco. Luigi Crespi è il genio che avrebbe consigliato idee come quella di spalare neve in prima persona ecc. Peccato che in famiglia, secondo l’accusa della Dda, si spalassero anche voti della mafia.

Il secondo arresto riguarda invece Fabio Giannotta, per un arsenale di armi scoperto in dicembre all’Alessandrino. Una delle pistole è stata usata nell’omicidio di Emiliano Zuin, nel 2008, un garagista ammazzato per strada.

Fabio Giannotta, 25 anni, già arrestato per rapine, è a sua volta fratello di Mirko Giannotta, a capo del Decoro Urbano del Campidoglio (messo lì da Alemanno) e figlio di Carlo, ex segretario della sezione missina di Acca Larentia, a sua volta indagato tempo fa per la gambizzazione dell’ex segretario di Forza Nuova a Roma Francesco Bianco.

Con Fabio Giannotta arrestato anche Claudio Nuccetelli considerato – scrive il corriere della sera  secondo le indagini fatte dai carabinieri del Nucleo Operativo – un tramite tra boss romani, galassia neofascista e mafia catanese.

tagged under: .....

About Paolo Brogi - View all posts by Paolo Brogi

This author has not fill out his/her bio, coming soon.

Follow paolo-admin on:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *