40° udienza del processo per l’omicidio di Rostagno. Le richieste delle difese dei due accusati. Il Pm: puntano a confondere le idee…

mercoledì, dicembre 5th, 2012

Trapani, Aula Falcone, mercoledì 5 dicembre, 40° udienza del Processo per l’omicidio di Mauro Rostagno. (Trascrizione di Rino Giacalone)

Il presidente Pellino comunica che la Rai ha trasmesso un Dvd contenente la registrazione del Tg1 che contiene lo spezzone dell’intervista sul delitto Rostagno fatta da Renato Curcio….Circa quanto accaduto alla scorsa udienza (assenza improvvisa Virga) è giunta nota dalla casa di reclusione di Parma…Per la teste Di Ruvo Anna Maria che doveva giungere accompagnata dai carabinieri di Arezzo l’ordine non è stato eseguito in quanto la Di Ruvo ha presentato certificato medico attestante una colica renale che le ha impedito la comparizione…..resta in sospeso l’esame della dottoressa Luisa Fiorini che ha fatto pervenire certificato medico dettagliato su patologie che le impediscono al presenza (la teste ha 90 anni), il presidente sottolinea che per le patologie indicate pare difficile che possa essere presente fatta salva la circostanza che comunque non si tratta di patologie che mettano in dubbio le facoltà intellettive, chiede perciò alle difese di interloquire….Vezzadini insiste che si ascolti la teste Fiorini…

Sulla Fiorini la Corte si riserva…Il presidente Pellino sulla produzione del pm di documenti fatta nella precedente udienza raccoglie l’ulteriore richiesta dal pm perché la documentazione venga assunta agli atti del processo….si discute sulla descrizione dell’indice analitico….

Si procede all’apertura di plichi sigillati trasmessi dalla Dda di Palermo contenenti cassette e dvd di materiale video acquisito agli atti per verificarne la corrispondenza con l’indice….

Il presidente Pellino comunica che il 14 dicembre verrà sentita la teste di Ruvo sempre con accompagnamento coatto da parte dei carabinieri di Arezzo…

Il presidente Pellino invita le parti a pronunziarsi sulla prosecuzione, intanto affrontando il tema del 507…pm si dice pronto e però non in modo completo….avv. miceli disponibile a cominciare a trattare art.507, stessa cosa dall’avv. Greco anche per conto dell’avv. Lanfranca…avv Cresciamanno e Esposito danno consenso…Avv. Galluffo e Vezzadini danno consenso…..anche le difese come i pm preannunciano che quelle odierne sono richieste parziali che verranno completate nella prossima udienza del 14 dicembre

Parola al pm…interviene Gaetano Paci…

Il pm chiede acquisizione documentazione resa dai cc del reparto operativo…documenti che riguardano l’imputato Mazzara Vito, atti del procedimento cosiddetto Omega…i documenti riguardano il momento in cui a Vito Mazzara fu notificata occ processo Omega (29 gennaio 1996) e legata a occ fu compiuta perquisizione nel corso della quale vennero rinvenute sette armi lunghe setti fucili regolarmente detenute e denunciate …anche un fucile intestato alla moglie Culcasi Caterina…armi sequestrate e confiscate….e poi consegnate ad una ditta per la distruzione (anno 2008)…acquisita anche consulenza balistica su queste armi che esclude compatibilità con i delitti del processo Omega…

Il pm spiega perché serve questa acquisizione

Non per ragioni balistiche comparative ma semmai perché questo serve a dimostrare come Mazzara Vito aveva dimestichezza e facilità nell’uso di fucili calibro 12 (di questo calibro sono quelli sequestrati e un fucile calibro 12 sparò sulla scena del delitto Rostagno)…

Avv. Greco (assostampa sicilia e anche per collega Lanfranca parte civile monica rostagno) In relazione a testimonianza Carla Rostagno si chiede audizione maresciallo Vozza Gdf che lei indicò come in rapporti con Mauro Rostagno…(udienza 28 sett 2011)…

Avv Miceli per maddalena rostagno e chicca roveri…si associa a richiesta pm, insiste anche lui che venga sentito il maresciallo della Gdf Vozza…..anche su atti afferenti il cosiddetto processo per il delitto di Vito Lipari….circa le minacce che l’imputato Agate fece a Rostagno…chiede che venga acquisita documentazione proveniente fascicolo pm circa possesso di un arma da parte di Marrocco Luciano…accertamenti balistici comparati su delitto Rostagno furono negativi….altra acquisizione riguarda la datazione del rapporto tra la signora Lipari e Rostagno e tra Marrocco e la signora Roveri….(fatti risalenti al 1986)….si riserva di fare ulteriore produzione a prossima udienza

Pm Paci interviene sul maresciallo Vozza….sulla richiesta di deposizione…pm precisa che si era attivata per audizione Maresciallo Vozza attraverso squadra mobile di Trapani e si è appreso che si trova in congedo per malattia impossibilitato a muoversi….la Dda si preparava a sentire il mllo Vozza, a questo punto si rimette alla corte…

Avv Crescimanno formula alcune di richieste …. da esame coll giustizia emerge il riferimento a notizie apprese durante periodi di detenzione con altri soggetti interessati a odierna vicenda processuale e quindi chiede alla corte di accertare alcuni periodi di codetenzione milazzo-agate, codentenzione di calcara carcere favignana, marino mannoia-agate, marchese giuseppe-agate mariano…mutolo e agate mariano…luogo di detenzione di agate mariano durante processo Lipari….

Avv Crescimanno chiede che si accerti dove e quando il sig. Cardella apprende del delitto Rostagno…..chiede di sentire tale signora Cannizzaro Maria

avv. Crescimanno…..in che modo i carabinieri sono giunti alle teste Fonti (le sorelle che videro transitare la sera del 26 sett 88 l’auto di Rostagno seguita da un’altra poi vista tornare indietro)

Avv Esposito si riserva di fare richieste all’esito della perizia balistica

Avv. Greco si riserva di fare altre richieste…preannuncia che analogo comportamento riguarda il collega da lui oggi rappresentato avv Lanfranca….ricorda che non sarebbe stata sciolta la riserva di un sopralluogo sui luoghi del delitto

Avv Vezzadini difensore Virga…prima richiesta di assunzione testimonianza Corrado Augias (Telefono giallo)…..sentito da pm Rovida a suo tempo riferì che dedicò una puntata al delitto Rostagno e che fu tale Cavallone Alberto a recarsi a Trapani per fare riprese e reperire materiale per trasmissione e Augias ebbe contatti con Tele Scirocco nel corso della quale apprese elementi fondamentali,  apprese che i rapporti tra Rostagno e Saman erano tesi tanto che Rostagno voleva abbandonare Rtc per trasferirsi a Tele Scirocco….

Avv Vezzadini chiede anche acquisizione testimonianza di Cavallone Alberto

Avv Vezzadini chiede di sentire Antonio Fiorentino collaboratore di giustizia, nel luglio 1996 fu anche lui sentito da procura di Trapani, raccontò che nel luglio del 1992 aveva incontrato in carcere un tale Isabella Agostino che gli aveva chiesto notizie su Luciano Marrocco di Lecce come Fiorentino che anni prima era stato coinvolto in un delitto nell’ambito di una comunità di tossuicodipendenti e che un esponente della comunità aveva chiesto di uccidere marrocco…

Avv Galluffo chiede che maresciallo Vozza venga sentito in aula e non dalla Dda che si apprestava a sentirlo…..

Avv Galluffo chiede di sentire Sergio Di Cori, giornalista

Avv. Galluffo chiede di sentire il giornalista Maurizio Macaluso sempre su intervista a Di Cori

Avv Galluffo chiede di sentire i giornalisti del Fatto Andrea Palladino e Luciano Scalettari sulle vicende relative a Gladio

Avv Galluffo chiede di sentire Giuseppe Lutiis esperto sui servizi segreti….

Avv Galluffo chiede di sentire ammiraglio Martini…col Fornaro…col Piacentini (tutti appartenenti a Gladio)….

Chiede di sentire ex capo polizia Gianni De Gennaro che giorni or sono ha parlato di Gladio in Trapani

Chiede di sentire on Camillo Oddo su conferenza stampa del 1994 del Pci circa connessione tra Gladio e delitto Rostagno

Avv Galluffo chiede di sentire giornalista maltese Karl Stagno Navarra su interessi in Malta di Cardella e su traffico di armi

Avv Gaòluffo chiede ancora di sentire sen Massimo Brutti su relazione Gladio in commissione antimafia

Avv Galluffo chiede di sentire Giacoma Filippello ex convivente di Natale L’Ala

‎Avv Galluffo …torna a dire povero Mauro Rostagno…

Il pm Del Bene interviene

Avv Galluffo chiede di sentire Marino Leonardo (pentito caso Calabresi)

La parte civile: circa le richieste delle difese per richiesta audizione di Augias Cavallone e Fiorentino si oppone in quanto non si tratta di nuove acquisizioni come previsto dal 507, si tratta di atti testimoniali già presenti dentro al fascicolo …per le richieste dell avv Galluffo si oppone all’esame del teste Di Cori e si rappresenta che anche le dichiarazioni del Di Cori sono presenti nel fascicolo del pm e quindi semmai doveva essere sentito come teste…si oppone ad esame dei giornalisti Macaluso Palladino Scalettari Lutiis dei generali del Sismi e Gladio. Il pm dice: o decidiamo di fare il processo agli imputati odierni o facciamo il processo contro Gladio….

Pm Del Bene….richieste debbono essere correlate ai capi di imputazione….si oppone ad acquisire verbale Li Causi e ancora opposizione a sentire De Gennaro e Brutti, non sono emersi elementi di contatto tra delitto Rostagno e Gladio durante il dibattimento…opposizione ad acquisire documentario di Castiglione…opposizione a Filippello perché il verbale è già presente nel fascicolo…opposizione a Leonardo Marino sul carattere di clandestinità di Lotta continua …..opposizione a Fagone Luigi per circostanze non inerenti il processo…sul sopralluogo il pm Del Bene osserva che essendo trascorso tanto tempo non sappiamo se la conformazione dei luoghi di oggi sia uguale a quella esistente il 26 settembre 1988…

Pm Paci aggiunge:  oggi le difese chiedono di riesumare pezzi di attività istruttoria risalenti al 1996 senza aggiungere uno straccio di elemento nuovo rispettando così le prescrizioni dell’art. 507

Pm Paci: su allargamento ricerca verità in ambito Gladio osserva che durante il processo sono semmai emersi elementi contrari (testimonianza Fava ed Elmo per esempio)

Pm Paci…le richieste della difese puntano a confondere le idee

Avv Esposito…sul fatto di sentire Di Cori ritiene che senza acquisire il libro sia inutile….informa che il dottor  Cavallone è deceduto….su sopralluogo luoghi delitto chiede che sopralluogo venga esteso alla cava dove fu trovata auto bruciata usata dai killer

Avv. Miceli….concorda con i Pm nelle loro opposizioni. Chiosa:  perché non acquisire allora gli atti sulla commissione di indagine sulla P2 che forse potrebbe avere più attinenza al processo? Osserva che se alcune richieste delle difese verranno accolte ci saranno richieste in opposizione alle circostanze poste….Osserva che in fase di interrogatorio della signora Roveri l avv. Vezzadini non ha fatto le domande che oggi sottendono ad alcune sue richieste (sentire teste Cavallone)

Avv. Galluffo….non c’è alcuna confusione commessa…ho chiesto di acquisire il documentario di Castiglione e non di sentire Castiglione……(parla più con la stampa che con le altre parti)….rispetto alle cose dette dalle parti evidenzia che sono state dette inesattezze….il presidente Pellino tranquillizza l’avv Galluffo che le sue richieste erano chiare….Galluffo sottolinea che nei santuari delle investigazioni sono scomparse molte cose e non in questo palazzo di giustizia

Avv Vezzadini sostiene di avere motivato richieste ai sensi 507 e quindi di averne esplicitato le ragioni

Avv Greco ….su sopralluogo chiede che si verifichi la dichiarazione della fonte che parlò di una strada secondaria lungo la quale vide un’auto allontanarsi la sera del delitto

Il presidente Pellino chiude l’udienza e indica il rinvio al 14 dicembre

Nota bene: Maddalena Rostagno ha un nuovo iban. Per chi vuole inviarle un sostegno

INTESTATARIO:    ROSTAGNO MADDALENA
IBAN:                    IT 89 J 01030 01004 000063109513
tagged under:

About Paolo Brogi - View all posts by Paolo Brogi

This author has not fill out his/her bio, coming soon.

Follow paolo-admin on:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *