Prospero Gallinari e le cose che non ha detto

martedì, gennaio 15th, 2013

Prospero Gallinari non ha mai raccontato tutto quello che doveva raccontare su Aldo Moro. Lui, la Braghetti, Moretti non hanno mai detto la verità.

Chi ha ucciso materialmente Moro?

Dove è stato tenuto prigioniero Moro, cioè in quante prigioni e stato tenuto e dove?

Chi è entrato in quelle prigioni oltre a lui, la Braghetti e Moretti?

Che fine ha fatto il memoriale originale scritto da Aldo Moro?

Dove sono finiti i nastri registrati?

Dove sono finite le lettere che furono scritte e non recapitate?

Gallinari se ne è andato ora con questo carico di quesiti irrisolti.

Fioriscono su di lui elogi funebri, c’è chi mostra una nostalgia verso personaggi come Gallinari che non so da dove nasca se non evidentemente da un sinistro ammaliamento verso i terroristi.

Nostalgia per l’ex contadino poi operaio diventato il carceriere di Moro? E prima ancora capace di partecipare alla mattanza della scorta di Moro, quei cinque uomini lasciati sul selciato di via Fani? Nostalgia per l’emiliano diventato terrorista? Nostalgia per l’uomo che non si è mai dissociato e che si è tenuto stretti i suoi segreti? Nostalgia soprattutto per quel tentativo di dirottare l’Italia chissà dove?

A me dispiace che Gallinari se ne sia andato senza rompere questo muro di omertà che i terroristi, che pensarono bene di far prendere un altro corso alla storia italiana, si guardano assolutamente dall’infrangere. Se n’è andato con un peso che forse avrebbe fatto bene a scaricarsi da dosso. Per se stesso e per questo paese.

tagged under: ...

About Paolo Brogi - View all posts by Paolo Brogi

This author has not fill out his/her bio, coming soon.

Follow paolo-admin on:

4 Responses to Prospero Gallinari e le cose che non ha detto

  1. perplessa says:

    1. Mario Moretti, l’ha detto Moretti stesso ed è stato condannato per questo.

    2. In via Montalcini, ce l’hanno raccontato in tutte le salse.

    3. Germano Maccari, il quarto uomo: http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/1996/06/19/io-il-quarto-uomo-del-caso.html

    4. Originale?! Non l’ha scritto Moro, eh…cioè, per parlare di qualcosa l’argomento va conosciuto. Il memoriale è composto delle trascrizioni degli interrogatori, non l’ha scritto Moro. Comunque, come hanno affermato diversi brigatisti, è stato distrutto. Se invece per memoriale intendi i fogli scritti da Moro – la cosiddetta Stesura D – è stato ritrovato in forma originale nel 1990 a Milano. Per maggiori info, basta wikipedia: http://it.wikipedia.org/wiki/Memoriale_Moro

    5. Come sopra. Bruciati. Del resto è abbastanza ovvio per un’organizzazione clandestina.

    6. Come sopra.

    Non ci sono misteri nel caso Moro. Quando viene in mente un mistero consiglio la lettura di “Odissea nel caso Moro” di Vladimiro Satta. Se non si amano le sintesi, si possono leggere le decine di migliaia di pagine della Commissione parlamentare di inchiesta. Non ci sono misteri.

    Ovviamente, se queste risposte non ti soddisfano, sei pregato di spiegare il perchè, invece di scrivere articoletti pieni di inesattezze.

  2. paolo brogi says:

    Pubblico i commenti, anche se sostanzialmente anonimo come questo. Perplessa? Boh.
    Quanto agli argomenti, non è affatto così come viene ribattuto al mio “articoletto”.
    Non è sufficiente quanto ha detto Moretti. Moro non è stato tenuto prigioniero solo in via Montalcini. Si informi meglio. Maccari è entrato? Probabile. Ma è più interessante sapere chi altro. Quanto ai documenti, sono spariti e basta, nessuna spiegazione convincente è stata data nel tempo.

  3. d.m. says:

    Allora dice “si informi meglio” a chi presenta fatti e fonti.
    Dice “Moro non è stato tenuto solo li”, ma non cita la fonte. Se la deve cercare chi legge.
    E il titolo di questo blog è “informazioni che faticano a trovare spazio”. Davvero davvero!!!
    L’allegra logica della dietrologia: io dico, tu prova il contrario.

    Muore uno, gli si dà del bugiardo. A lui di provare che ha detto la verità.

  4. perplessa says:

    Perchè non è sufficiente quanto ha detto Moretti (che corrisponde tra l’altro alla “verità” giudiziaria)? Perchè Moro non è stato tenuto prigioniero solo lì? Da cosa deduce questa convinzione? Quali prove ha?
    Perchè è più interessanta sapere chi altro? Perchè ci deve essere qualcun altro? Da cosa lo deduce? Perchè le spiegazioni non sono convincenti?

    O si spiega o – come credo – il suo articoletto non ha alcun senso.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *