“Fratelli d’Italia” partito dei taxi del 3570. Molti clienti li evitano però come la peste…

mercoledì, febbraio 13th, 2013

Come spiega oggi a Repubblica Loreno Bittarelli del 3570 i suoi tassisti (non tutti i 3570 peraltro) fanno volontariamente pubblicità a “Fratelli d’Italia” e a Giorgia Meloni. Insomma non è il 3570, spiega il furbo Bittarelli, ma i tassisti del 3570 che sono di centrodestra a ospitare la pubblicità…

Carina come spiegazione. Dalla sua ha il fatto che per legge sia possibile ospitare pubblicità.

Fuori del taxi, comunque.

Il fatto è che alcuni tassisti la fanno anche dentro, con adesivi sul cruscotto ecc. E questo non è lecito, va denunciato.

Detto questo cosa può fare il cittadino che è stufo di questi tassisti di centrodestra, per usare un eufemismo: può evitare i taxi con i faccioni di Giorgia Meloni e Ignazio La Russa e scegliere taxi con addobbo normale. Molti clienti già lo fanno

tagged under: ....

About Paolo Brogi - View all posts by Paolo Brogi

This author has not fill out his/her bio, coming soon.

Follow paolo-admin on:

4 Responses to “Fratelli d’Italia” partito dei taxi del 3570. Molti clienti li evitano però come la peste…

  1. Luigi Rogati says:

    L’ arroganza e la superbia intellettuale di buona parte della sinistra italiana, peraltro da molti ignorata negli ultimi anni, e’ giunta al limite della sottile e meno sottile provocazione e si e’ spinta oltre, fino allo Stalking politico. L’ autore o l’ autrice dell’ articolo, infatti, si esprime con termini quali ” questi tassisti di centrodestra, per usare un eufenismo “; un eufenismo di fascista forse? ed aggiunge cose del tutto inesatte e non veritiere sull’ allestimento interno delle auto riguardo ad una forma non consentita di pubblicita’ elettorale. Sono un tassista del 3570 e vorrei solo chiedere alla persona che ha scritto l’ articolo se si ritiene democratica e tollerante di larghe vedute e non discriminante, avendo dato ad altri il termine fascista con apprezzamenti palesemente dispregiativi solo perche’ appartenenti pacificamente a diverso credo politico. Vorrei chiedere a questa persona se si ritiene intelligente a fare simili asserzioni ed infine vorrei chiedere se ha capito il significato tanto predicato proprio dalle sinistre di rispetto delle altrui diversita’ e di liberta’ di espressione ( intesa nei limiti di un suo democratico esercizio, cioe’ senza offendere nessuno ). Luigi ROGATI

  2. paolo brogi says:

    Il tassista Luigi Rogati forse non ha letto l’intervista di Bittarelli su Repubblica. E’ il suo capo Bittarelli a dire che i tassisti sono di centrodestra, non io. E’ Bittarelli a dire che ospitano la pubblicità della Meloni perché lo fanno liberamente, così sostiene Bittarelli. Un fatto è certo, lo spettacolo di tutti questi taxi con la Meloni non è passato inosaservato e ha creato risentimento comprensibile in chi vorrebbe usare un servizio pubblico non così schierato come lo stesso Bittarelli giustifica a modo suo.

  3. Ago says:

    Va’ be’ tagliamo la testa al toro e andiamo a vedere questi poveri cristi (tassinari) sul blog <> chi sa’ che non troviamo il valore che meritano…!!!

  4. Ago says:

    Blog tassisti ladri

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *