21 gennaio 2013: il futuro primo capogruppo del M5S alla Camera elogia il fascismo dal volto umano, tutto “comunità, senso dello stato e famiglia”. Andiamo bene…

lunedì, marzo 4th, 2013

Lo scorso 21 gennaio, quando ancora non era onorevole, Roberta Lombardi – prima capogruppo grillina alla Camera – sul suo blog pubblicò un post dal titolo «Italia sotto formaldeide» in cui prese posizione sulla vicenda di Casapound e delle aperture mostrate da Grillo nei confronti del gruppo della destra radicale, evidenziando quelli che a suo parere sono stati aspetti del fascismo con una connotazione tutt’altro che negativa.

Ecco dal blog di Roberta Lombardi (http://robertalombardi.wordpress.com/) il suo augusto pensiero:

“Se parliamo delle ideologie, penso all’episodio recente di “Grillo che apre a Casapound”. Prima questione: qualcuno mi dice, finché esistono loro il fascismo non sarà morto, quindi non mi dire che questa ideologia non rappresenta una minaccia presente. Da quello che conosco di Casapound, del fascismo hanno conservato solo la parte folcloristica (se vogliamo dire così), razzista e sprangaiola. Che non comprende l’ideologia del fascismo, che prima che degenerasse aveva una dimensione nazionale di comunità attinta a piene mani dal socialismo, un altissimo senso dello stato e la tutela della famiglia. Quindi come si vede Casapound non è il fascismo ma una parte del fascismo. E quindi solo in parte riconducibile ad esso. Seconda questione, e questo per me è il punto fondamentale, sono 30 anni che fascismo e comunismo in Italia non esistono più. Invocarne lo spettro a targhe alterne è l’ennesimo tentativo di distrazione di massa: ti agito davanti il noto spauracchio perché voglio far leva sulle tue paure per portarti dalla mia parte. Non sono i fascisti o i comunisti che ci hanno impoverito, tolto i diritti, precarizzato l’esistenza, reso un incubo il pensiero del futuro”.

Ho riportato il brano per evitare come altre volte che ci sia subito qualcuno che dice: non è vero, sono estrapolazioni, ecc ecc.

tagged under: ...

About Paolo Brogi - View all posts by Paolo Brogi

This author has not fill out his/her bio, coming soon.

Follow paolo-admin on:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *