Colle: condannati il Segretario emerito del Quirinale Gifuni e il nipote Tripodi capo di tenute e giardini

martedì, aprile 23rd, 2013

Quirinale: condannato oggi l’ex segretario generale del Quirinale Gaetano Gifuni (in funzione dal 1992 al 2006, sostituito da allora con Donato Marra, ma nominato Segretario emerito) per aver fatto costruire i mobili di casa dai falegnami e con il legno della tenuta presidenziale di Castelporziano. Un anno e cinque mesi la condanna (pena sospesa), più pesante quella a suo nipote Luigi Tripodi (4 anni e sei mesi) capo dell’Ufficio tenute e giardini del Quirinale.

Dicono che Giorgio Napolitano abbia appreso con fastidio queste notizie, proprio in questa fase, arrivate dal Tribunale di Roma. Così i fatti (li riprendo da corriere.it del 23.4.13):


ROMA – Avrebbe utilizzato la manodopera della tenuta presidenziale di Castelporziano per costruire alcuni mobili di legno destinati alla sua abitazione privata. Per questo l’ex segretario generale della presidenza della Repubblica, Gaetano Gifuni, è stato condannato dal tribunale di Roma a un anno e cinque mesi di reclusione (pena sospesa) e all’interdizione dai pubblici uffici per lo stesso periodo di tempo. Abuso d’ufficio e peculato i reati contestati.

L’ottava sezione ha ritenuto colpevole degli stessi reati anche il nipote di Gifuni, Luigi Tripodi, che era al vertice dell’ufficio tenute e giardini del Quirinale: i giudici gli hanno inflitto quattro anni e sei mesi, ma lo hanno scagionato dall’accusa più grave, quella di essersi appropriato di oltre quattro milioni di euro tra il 2002 e il 2008. Assolti pure l’ex direttore della tenuta di Castelporziano Alessandro De Michelis, Giorgio Calzolari, funzionario del servizio tenute e giardini del Quirinale, e Paolo Di Pietro, contabile della tenuta presidenziale.

tagged under: ..

About Paolo Brogi - View all posts by Paolo Brogi

This author has not fill out his/her bio, coming soon.

Follow paolo-admin on:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *