dicembre 16th, 2013

Catena di omicidi in Germania ai danni di turchi, si indaga sul “terrorismo bruno” dei neonazisti della Nsu

Explodiertes Haus im Fall der der "Zwickauer Zelle"

Terrorismo bruno. In Germania si indaga su una catena di omicidi ai danni di cittadini quasi tutti di origine turca. Otto turchi, più un greco e una donna tedesca, quest’ultima una poliziotta. L’inchiesta riguarda alcuni neonazisti di un’organizzazione chiamata Nsu, acronimo di Nationalsozialistischer Untergrund, “Clandestinità nazionalsocialista”. La caccia all’immigrato è …

Posted in Mondo
By
Read More
dicembre 16th, 2013

Aydan la turca ministro della Merkel per l’immigrazione. Ma la Turchia la snobba

Aydan

Germania: la nomina di Aydan Ozoguz, una socialdemocratica di origini turche, a ministro per l’immigrazione nel governo Merkel è stata accolta con molta nonchalance dalla Turchia. Giornali come Milliyet si sono limitati a un piccolo pezzo, Hurriyet a un pezzo più lungo (qui sotto) ma molto english. Nulla di più. …

Posted in Mondo
By
Read More
dicembre 16th, 2013

Internet e siti web: il governo Letta sta reintroducendo il Minculpop

Minculpop

Ecco a cosa serve il governo di larghe intese. Ad ammazzare internet e avviare un nuovo Minculpop come nel Ventennio fascista. E’ quanto con poche mosse il governo Letta sta producendo. Le misure del Decreto Destinazione Italia e quelle appena adottate dall’Agenzia per le comunicazioni vanno in questa direzione: impedire …

Posted in Società
By
Read More
dicembre 16th, 2013

1600 soldati francesi nel Centro-Africa: le vere ragioni del nuovo intervento umanitario. Le risorse e l’arrivo dei cinesi

centreafriqu424f-ea697

Riprendo da Investig’action, il sito di Michel Collon, questa analisi della “guerra umanitaria francese” nella Repubblica Centro-africana. Spiega Collon che la vera ragione oltre al controllo dii importanti risorse minerarie è contrastare la penetrazione cinese. Ecco: Centrafrique : les raisons cachées de l’intervention française Contrairement à l’« impératif humanitaire » …

Posted in Mondo
By
Read More