Argentina, dietro le proteste e le violenze c’è l’inflazione

mercoledì, dicembre 11th, 2013

Argentina, Tre morti a Tucuman, una ventata di saccheggi in giro per il paese, la polizia sotto accusa per corruzione. Ma la crisi sembra che stia passando…

Ieri Cristina Kirchner, la presidente, ha partecipato ai festeggiamenti per i trent’anni di democrazia. Ha anche ballato in pubblico.

Ma che cosa sta succedendo in Argentina? Sta succedendo che l’inflazione è il motore di tutte le disgrazie. A un ritmo reale del 30% l’inflazione sta scatenando proteste.

Cosa saccheggiano gli argentini? Generi di prima necessità? No, tablet, I-phone, computer, hi fi…

Una madre ha consegnato il proprio figlio quindicenne alla polizia: se ne era tornato a casa con un sacco di aggeggi elettronici rubati in un negozio.

Qual è il problema? Il problema si chiama anche soia. E’ la soia trangenica che ha impoverito intere realtà agricole, monopolizzate ora dall’Ogm. La risultante sono le nuove villas miseerias che stanno sorgendo vicino alle città del nord.

Povertà, più inflazione fanno il resto.

Nulla di nuovo sotto il cielo.

tagged under: ...

About Paolo Brogi - View all posts by Paolo Brogi

This author has not fill out his/her bio, coming soon.

Follow paolo-admin on:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *