Agli americani la pasta piace con la pastinaca…

domenica, gennaio 26th, 2014

Pasta alla pastinaca. Con tanto di video, la propone il New York Times. Ecco il link;

http://www.nytimes.com/video/dining/100000002669617/pasta-with-parsnips-and-bacon.html

Parsnip and bacon. Il bacon si sa, ma che cos’è la pastinaca, questo ortaggio a metà strada tra carota e patata?

Non tutti la conoscono, privilegiando il più delle volte suoi simili per sapore, come patate e carote. La pastinaca è un ortaggio di origine antica, già coltivato in passato e apprezzato per il suo sapore dolce. Diffusa e portata in Europa dagli Antichi Romani, il suo nome botanico è  Pastinaca sativa  e si caratterizza una pianta biennale appartenente alla famiglia delle Ombrellifere, il più delle volte coltivata come annuale. Presenta un fusto erbaceo, spesso cavo e solcato, e una radice a fittone molto carnosa, in abbinamento a foglie allungate, dentellate e profondamente incise.

Metodi di coltivazione pastinaca

Per la coltivazione della Pastinaca è necessario un terreno piuttosto profondo, calcareo, a meno di scegliere varietà a radice corta. Per quanto riguarda il clima, la pastinaca predilige un clima temperato e mite, con posizioni in pieno sole. Nessun problema per climi freddi. Non teme gelate intense e resiste abbastanza bene anche a temperature intorno allo zero.Prima della semina è necessario procedere con delle concimazioni ricche con stallatico e humus specifico. La pastinaca va seminata con l’arrivo della primavera, anche avanzata, o nel periodo autunnale. Per la cura, sono necessarie delle innaffiature regolari, da intensificare nel periodo estivo più caldo. A seconda del periodo in cui è  stata effettuata la semina, si può procedere alla raccolta della Pastinaca, sia nei mesi di marzo e aprile, sia all’inizio dell’autunno, fino a novembre.

Usi della pastinaca

La pastinaca, molto utilizzata ancora oggi nei Paesi del Nord Europa per zuppe e minestre, è stata a poco a poco surclassata dalla patata, anche se in questo caso, oltre ad essere cotta e cucinata, può anche essere consumata cruda, grattugiata ad esempio alla julienne o ancora mangiata in pinzimonio con un buon olio, insieme ad altri ortaggi tipici.

Modalità di raccolta della pastinaca

Generalmente la Pastinaca viene raccolta valutando una crescita media della radice. La pianta viene estirpata interamente.La raccolta delle radici non necessariamente deve avvenire contemporaneamente. Può anche essere effettuata con modalità scalare. Nessun problema se qualche radice rimane in piena terra anche nel periodo invernale. Anzi, se ne guadagnerà in sapore, in quanto queste assumeranno un gusto più dolce, grazie all’azione del gelo.Perché le radici rimangano morbide e non diventino immangiabili con il passare del tempo, è bene procedere con una pacciamatura adeguata di corteccia fine e terriccio ricco.

Conservazione delle radici di pastinaca

Qualora il processo di raccolta della Pastinaca debba avvenire per forza in un unico momento, le radici possono essere conservate per molto tempo, utilizzando qualche accortezza. Ad esempio devono innanzitutto essere fatte asciugare un po’ all’aria, possibilmente in un luogo arieggiato e a temperatura media. Poi possono essere conservate all’interno di cassette in legno, una volte disposte in file e sovrapposte con cura, e ricoperte infine con della sabbia pulita di fiume. Il tutto deve essere conservato in uno spazio buio e asciutto, per evitare marcescenze. Un tema, quello della conservazione del cibo, che torna spesso anche nel mondo del design e della progettazione. Basta dare un’occhiata all’interessante tesi di un ex studente coreano della Design Academy di Eindhoven, in cui è stato esposto un modo alternativo per la conservazione di verdura, ortaggi & Co, senza l’utilizzo di elettrodomestici. Il tutto si basa su contenitori in legno e vetro, dotati di tubicini e riempiti con sabbia pulita, in grado di creare le giuste condizioni di conservazione e maturazione per alimenti vegetali, conservandoli più a lungo.

tagged under: ..

About Paolo Brogi - View all posts by Paolo Brogi

This author has not fill out his/her bio, coming soon.

Follow paolo-admin on:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *