Augusto Graziani e le sue idee di accesso alla moneta…

lunedì, gennaio 6th, 2014

Peccato che la politica della sinistra italiana non abbia tenuto sempre  in conto le idee e i consigli di un economista dotato come Augusto Graziani, scomparso oggi a Napoli. Ho conosciuto questo uomo allegro e disponibile sul finire degli anni ’60, quando la sua teoria del monetarismo riceveva un po’ d’ascolto nella sinistra italiana.

Allora Augusto Graziani aveva infatti ricavato nel pensiero economico in Italia uno spazio dedicato alle idee post-keynesiane. La sua teoria, ridotta in poche parole, era basata in buona sostanza sul fatto che l’accesso privilegiato alla moneta sotto forma di credito diviene fondamentale per la distribuzione del reddito tra le classi.

Uomo di sinistra apparteneva a quel solco che con Keynes pensava che lo Stato durante le crisi depressive deve dare lavoro ai disoccupati, quando è meglio magari far scavare buche per farle riempire di nuovo piuttosto che lasciare lavoratori inoccupati.

Augusto Graziani è morto a Napoli dove era nato il 4 maggio del 1933 in una famiglia di origini ebraiche. Si è spento dopo una lunga malattia nella sua casa, intorno alle 14.

Graziani, ormai in pensione, era stato ordinario di Economia politica nell’università «La Sapienza» di Roma ed era Accademico dei Lincei.In psassato, ai tempi del Pds era stato eletto senatore.

Non sarebbe male riprendere oggi le sue teorie che forse, in questo impasse economico, hanno ancora qualcosa di utile e di nuovo da insegnare. Dedicato all’attenzione di Matteo Renzi.

tagged under: .

About Paolo Brogi - View all posts by Paolo Brogi

This author has not fill out his/her bio, coming soon.

Follow paolo-admin on:

One Response to Augusto Graziani e le sue idee di accesso alla moneta…

  1. Nunzio says:

    Mi dispiace tanto per la sua scomparsa. E’ stato il mio professore di economia politica alla Sapienza. Una bravissima persona.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *