Le domande degli studenti di Terni sugli ebrei e sulla Chiesa. A proposito: ecco qua sotto il telegramma che Pio XII mandò a Hitler “felicitandosi” per l’attentato sventato nel luglio ’44

lunedì, gennaio 27th, 2014

Oggi a Terni, uno studente dell’Istituto tecnico e per geometri L. Allievi, sentiti i nostri interventi (quelli della preside, di Molè, di Angelo Bitti, il mio) ha chiesto: ma perché gli ebrei non si sono difesi? Un altro invece ha chiesto: ma la Chiesa cattolica che cosa ha fatto? Come si è comportata?

Domande non semplici, come si vede. Che rinviano al fatto – la prima – che sono poco note le esperienze di resistenza. Varsavia, i fratelli Bielski, la Jewish Brigade…

Sulla Chiesa, la situazione è a macchia di leopardo. Tanti frati e suore che hanno aiutato, certo, ma anche uno come Padre agostino Gemelli che basterebbe da solo per dipingere il più fosco antisemitismio cattolico. Poi c’è la questione Pio XII, a proposito ho appena scoperto – grazie a Marcella De Negri – che Pio XII fu tra i primissimi a congratulkarsi con Hitler dopo lo sventato attentato alla sua persona (qui sotto il Corriere della Sera con quel trafiletto in prima pagina):

Ed ecco la prima pagina del Corriere della Sera di quel 21 luglio 1944:

tagged under:

About Paolo Brogi - View all posts by Paolo Brogi

This author has not fill out his/her bio, coming soon.

Follow paolo-admin on:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *