New Delhi, stuprata una turista danese da otto uomini in una zona centrale

mercoledì, gennaio 15th, 2014

Un nuovo stupro in India. Di nuovo a New Delhi. Stavolta in centro, nella zona di Multani Dhanda, non lontano dall’India Gate. La violenza su una donna danese di 51 anni. Già altre turiste erano state stuprate, ma in zone più remote dell’India rurale, non nella capitale. Ci si chiede cosa stia succedendo nel subcontinente indiano travolto da un’ondata di stupri efferati, spesso di gruppo. Ecco la notizia da corriere.it:

NUOVA DELHI

India, turista stuprata e picchiata dal branco

Una donna danese si era persa e aveva chiesto informazioni per tornare in albergo. Aggredita da un gruppo di 8 uomini

«Quando è arrivata aveva un aspetto tremendo. Piangeva e sembrava disperata». Amit Bahl, proprietario dell’albergo Amax, nel centro di Nuova Delhi, racconta così il momento in cui una sua cliente, una turista danese di 51 anni, ha fatto ritorno in hotel, martedì pomeriggio. Dopo essere stata stuprata, minacciata con un coltello, picchiata e derubata da un gruppo di 8 persone. Le stesse alle quali la donna, dopo essersi persa, vicino a Connaught Place, aveva chiesto informazioni per tornare in albergo. Le forze dell’ordine hanno fermato 15 persone, ma finora non c’è stato nessun arresto. La vittima invece ha già fatto ritorno in Danimarca.

ALTRE VIOLENZE – Un altro episodio di violenza sessuale dunque, a più di un anno di distanza dal brutale stupro di gruppo ai danni di una studentessa di 23 anni (morta in seguito alle violenze). Che iniziò a richiamare l’attenzione pubblica sui casi di violenza sessuale nel Paese e nella città indiana. Nei giorni scorsi, sempre a Nuova Delhi, una donna polacca era stata aggredita e violentata da un tassista mentre si trovava con la figlia di due anni. Il 3 gennaio, una ragazzina di 12 anni è stata violentata e bruciata da un gruppo di giovani nei pressi di Calcutta.

15 gennaio 2014

tagged under: ....

About Paolo Brogi - View all posts by Paolo Brogi

This author has not fill out his/her bio, coming soon.

Follow paolo-admin on:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *