Lista Tsipras, ancora. Si può fare azioni politiche comuni con chi, come Grillo, dice che la mafia non esiste?

lunedì, maggio 19th, 2014

Barbara Spinelli, rappresentante importante della Lista Tsipras che con altri cinque esponenti della cosiddetta “società civile” (Guido Viale, Marco Revelli, Andrea Camilleri, Luciano Gallino, Paolo Flores d’Arcais) ha contribuito a proporre e a lanciare per le elezioni europee, ha espresso in due occasioni ravvicinate una posizione di interesse ad avviare nel futuro Parlamento europee una collaborazione con il movimento di Grillo. La Spinelli (nella foto, al centro, con i candidati della Lista Tsipras) l’ha detto all’inizio della campagna elettorale, lo ha ripetuto nei giorni scorsi in una nuova intervista. Scarso per non dire inesistente – almeno pubblicamente – il dibattito tra i sostenitori della Lista Tsipras su questo punto. In sostanza pur essendo una posizione personale la posizione della Spinelli proprio per il ruolo che ha avuto va oltre il campo delle sue idee e coinvolge la Lista. Una Lista che alla luce del risultato appena ottenuto da Tsipras in Grecia alle amministrative di ieri può certamente ambire a superare la soglia del 4% in Italia. A patto però di maggiore chiarezza, perché la posizione assunta da Barbara Spinelli ha contribuito – e questo l’ho registrato in varie situazioni – ad irritare molti potenziali elettori che non sono disposti a prestarsi a meschini maneggi tatticistichi.

Di questo ho dunque chiesto domenica conto pubblicamente, proprio perché mi appare sufficientemente aberrante “flirtare” con Grillo nei giorni – tanto per fare un esempio – in cui è andato in Sicilia a dire che la mafia non esiste, in coincidenza con la sentenza del processo per l’omicidio di Mauro Rostagno che ha detto che la mafia uccide. Tralascio il resto delle posizioni di Grillo, solo questa sulla mafia – tra l’altro recidiva, dato che l’aveva già espressa in una precedente tornata elettorale – per me è dirimente. Come si fa a registrare questa aberrazione come un dato di fatto distinto dalla posizione opposta della Lista Tsipras, in una sorta di neutrale e benevola accettazione della differenza di opinioni. Ci si rende conto di cosa significhi dire in Sicilia cose simili, sdoganando la società incivile e quant’altro? Ma allora di quale collaborazione si parla?

Barbara Spinelli mi ha risposto lasciando sostanzialmente insoddisfatta la mia richiesta di chiarimenti. Di seguito trovate i testi relativi pubblicati nel mio blog (www.brogi.info). Mi chiedo a questo punto e ancora che cosa ne pensino esattamente gli altri rappresentanti della Lista Tsaipras. Lo chiedo per andare il più serenamente possibile al voto. Le ragioni tatticistiche che portano a sottovalutare fenomeni gravi come quelli che ribollono nella pancia del populismo e che vengono alimentati dai capi di questi movimenti mi appaiono meschine. Prendere per folklore queste posizioni è sbagliato, cercare i punti di incontro banalizzando il resto non è accettabile, perché mai uno dovrebbe votare per chi poi intende andare a braccetto con i rappresentanti di populismi europei come l’M5S?

Ecco lo scambio di opinioni ospitato sul mio blog e trasmesso anche su Facebook domenica 18 maggio:

Il mio post: “Barbara Spinelli ha messo la Lista Tsipras a disposizione di Grillo, l’ “uomo oltre Hitler”…Silenzio nella Lista. E’ questa davvero la linea?”

“Possiamo invece iniziare un rapporto con Grillo in Europa – ha sottolineato Barbara Spinelli all’Huffington Post poco tempo fa – come peraltro lui ha lasciato intendere negli ultimi giorni. Il Movimento 5 Stelle potrebbe rivelarsi molto meno antieuropeista di quello che sembri”. Così  una dei promoter della Lista Tsipras, affermazioni restate nell’aria e non corrette da nessuno della Lista Tsipras, mi pare.

Vergognoso.. La lista Tsipras con Grillo, l’uomo che ora va dicendo di essere “oltre Hitler”. L’omino oscuro che è tornato a dire in Sicilia per la seconda volta che la mafia non c’è. Proprio nei giorni della sentenza per l’omicidio di Mauro Rostagno.

Però la disgraziata affermazione della Spinelli resta sospesa sul voto.

Sarebbe grave che venisse accettata come la linea della Lista.

Altrimenti è facile presagire che molti che volevano votare la Lista Tsipras non lo faranno..

Barbara Spinelli mi ha inviato domenica in risposta questo messaggio:

Caro Paolo Brogi,
è vero, ho detto e scritto che nel Parlamento europeo ci possono essere collaborazioni puntuali tra Lista Tsipras e Movimento 5 stelle: perché su molti temi della campagna elettorale c’è concordanza di punti di vista (lotta all’austerità, Piano Marshall per l’Europa, Conferenza sul debito), e perché gran parte dei 7 punti europei del programma di Grillo non sono dissimili dai nostri.
Al tempo stesso sostengo da mesi che le differenze fra la Lista e il M5S sono molte e decisive. Il programma in dieci punti della Lista Tsipras, che allego,l’ho in gran parte scritto di mio pugno e sottolinea quel che ci divide sia da Renzi sia da Grillo, e che fa di noi l’unica vera alternativa all’Europa così com’è fatta oggi. Sostengo anche che Grillo non ha una politica delle alleanze nel Parlamento europeo, mentre noi sì. Che Grillo non s’è mai espresso su un New Deal Europeo, mentre noi sì. Che l’uscita dall’euro è considerata una cosa semplice da Grillo, mentre per noi l’euro può essere un punto di forza se gestito in maniera radicalmente diversa (può essere “la nostra arma atomica”, dice Alexis Tsipras). Che Grillo ha una posizione ambigua e fluttuante sull’immigrazione, mentre noi no. Che per lui la mafia non esiste in Sicilia, mentre per noi esiste eccome. Che la mobilitazione negativa rischia di diventare un fine per il suo Movimento,mentre per noi è un mezzo per creare un’altra Europa.
Le frasi di Grillo su Hitler sono inopportune ma non le considero pericolose. Grillo e il Movimento 5 Stelle non sono assimilabili a forze neo-fasciste, e ne è testimonianza il loro rifiuto di ogni alleanza con Marine Le Pen. Non condivido l’uso che si sta facendo di fascismo e antifascismo nella polemica con Grillo e i suoi elettori. Ma agli elettori incerti di 5 stelle dico che è nella nostra Lista che troveranno l’Europa diversa che cercano.
Grazie per l’ospitalità, un saluto
barbara spinelli

http://www.listatsipras.eu/chi-siamo/i-dieci-punti.html

E questo è stato il mio successivo commento:

“Barbara Spinelli parla di “collaborazioni puntuali” col M5S, però la sua frase precedente era: “possiamo iniziare un rapporto con Grillo in Europa…”. Mi pare ci sia una bella diversità. Quanto poi al fattto di recepire come una semplice differenza di opinioni la posizione sulla mafia, beh direi che non ci siamo. E non condivido neanche la minimizzazione sugli aspetti più provocatori di Grillo sul fronte fascismo-antifascismo. Perciò mi ritengo insoddisfatto. Capisco la volontà di non demonizzare Grillo e i suoi, d’accordo, ma non è banalizzandone le posizioni che si fa un lavoro giusto. Le ambiguità non aiutano”.

tagged under: ..

About Paolo Brogi - View all posts by Paolo Brogi

This author has not fill out his/her bio, coming soon.

Follow paolo-admin on:

One Response to Lista Tsipras, ancora. Si può fare azioni politiche comuni con chi, come Grillo, dice che la mafia non esiste?

  1. Pierluigi Sullo says:

    Caro Paolo Brogi, leggi il post di Sandro Medici, candidato nel centro Italia per la lista Tsipras, su Grillo. E su quel che Spinelli ha detto al manifesto. Ciao.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *