I migranti per Guido Viale, l’occasione per fare una nuova Europa

domenica, maggio 8th, 2016

Sabato a Roma, nello spazio di Communia (San Lorenzo), Guido Viale affiancato da Erri De Luca ha presentato il suo libro “Rifondare l’Europa insieme a profughi e migranti” (Nda Press, 15 euro). Sala piena, ne è scaturito un interessante dibattito.

Viale

Un libro dunque per dire cosa?

-Che non esiste la distinzione tra migranti economici e migranti profughi, tutti sono migranti ambientali in fuga da guerre e da disastri ambientali

-Che non esiste un’emergenza migranti, l’Europa negli anni ’60 ha realizzato il suo boom economico assorbendo 20 milioni di immigrati (di cui 10 provenienti dall’Est e 10’ dai paesi del Mediterraneo). Nel 2015 i profughi sono stati 1 milione

-Che lo scontro sui profughi viene alimentato innanzitutto dalle politiche di austerithy, la vera barriera da superare e abbattere

La prospettiva riparte dunque da queste considerazioni, per favorire una nuova Europa dei popoli.

Erri De Luca ha cercato di rintracciare lo spirito originario dell’Europa, uno spirito dettato dalla volontà (positiva) di non avere più a che fare con la guerra.

Da parte mia ho ricordato che la battaglia per lo ius soli resta all’interno del mondo dell’emigrazione l’asse centrale dell’iniziativa.

tagged under: ..

About Paolo Brogi - View all posts by Paolo Brogi

This author has not fill out his/her bio, coming soon.

Follow paolo-admin on:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *