Vendola a piazza Navona, per un’altra Italia

domenica, ottobre 2nd, 2011

Cita Alex Langer ed Enrico Berlinguer,  loda Parisi e Di Pietro (intervenuti prima di lui), soprattutto lancia il sasso oltre il pantano Berlusconi. Così ieri Nichi Vendola ha spaziato  per oltre un’ora e mezzo a piazza Navona piena di fans di Sel.

Ha volato alto il leader di Sel per dare un senso allo slogan che campeggiava “Ora tocca a noi”.

Donne, basta turpiloquio berlusconiano, sì all’Italia basata sul lavoro, soprattutto no a questo paese fatto a pezzi dal berlusconismo che fa fuori lo stato sociale a favore dello stato degli speculatori. Un inno alla riscossa dell’orgoglio di sinistra, penetrato oggi nella piazza affollata di bandiere sventolanti di Sel.

Al termine una folla allegra che se ne va via dalla piazza mentre un gruppetto di vigili guidati da un paio di ufficiali con stellette – evidentemente mossi da un certo nervosismo da centro destra – intervenivano per far abbassare il volume della musica che usciva dagli altoparlanti. Questo a Roma alle 18,30 in una città in cui di notte c’è chi fa davvero rumore notturno fino alle ore piccole senza incorrere in particolari inconvenienti. Domanda: ma chi li aveva mandati quei solerti vigili nel pomeriggio romano?

(foto Andrea Brogi)

tagged under:

About Paolo Brogi - View all posts by Paolo Brogi

This author has not fill out his/her bio, coming soon.

Follow paolo-admin on:

One Response to Vendola a piazza Navona, per un’altra Italia

  1. erminio colantoni says:

    CHE PENA, ORAMAI ANCHE I CAMPAGNI DI SEL SONO DIVENTATI DEI “FANS”, E’ LA POLITICA SPETTACOLO CHE TUTTI CRITICHIAMO, COME FACCIAMO A DIRE AI NOSTRI FIGLI CHE I POLITICI NON SONO TUTTI UGUALI ????

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *