Flytilla: fermati in 41 di cui 7 italiani e 6 israeliani

domenica, aprile 15th, 2012

Domenica ore 19,  ricevo questo aggiornamento sulla situazione dei militanti fermata per Flytilla 2012 (nell’immagine un annullamento di un posto su un volo Lufthansa):

“Benvenuti in Palestina 2012” – Aggiornamento del 15 aprile 2012

7 degli Italiani che facevano parte della missione “Benvenuti in Palestina 2012” sono stati bloccati, stamattina, all’aeroporto Leonardo Da Vinci, in quanto i loro nomi risultavano sulla blacklist inviata dal Governo israeliano alle Compagnie aeree.

A loro è stata consegnata la breve notifica che trovate al link http://www.freedomflotilla.it/2012/04/15/alitalia-per-conto-di-israele/

Gli altri Italiani si sono imbarcati. Giunti all’aeroporto Ben Gurion di Tel Aviv, uno di loro è riuscito a passare in Cisgiordania. Gli altri sono stati fermati: Stefania Russo, Marie Moise, Joshua e Valerio Evangelista sono nel Centro detentivo dell’aeroporto e si sono persi i contatti con loro (https://twitter.com/#!/FreedomFlotITA e http://www.freedomflotilla.it/2012/04/15/nonostante-tutto-compagni-italiani-e-francesi-sono-entrati-in-palestina-a-testa-alta/).

ULTIM’ORA: Freedom Flotilla ITA @FreedomFlotITA Reply Retweeted Favorite · Open
dall’unità di crisi : i due Evangelista subiranno un processo. funzionario consolato: nn li hanno visti e nn sanno dare info #flytilla

Vi chiediamo di aiutare a tenere alta l’attenzione su di loro.

Al momento, gli arrestati dalle Forze di Sicurezza israeliane sono 35 tra gli internazionali e 6 Israeliani (fonti: http://nena-news.globalist.it/?p=18637 e https://twitter.com/#!/airflotilla2).

Galleria fotografica dai vari aeroporti: http://airflotilla2.wordpress.com/2012/04/15/airflotilla2-tel-aviv-airports-worldwide-photography/

Persino la Turchia ha fermato gli attivisti (https://twitter.com/#!/epris2justice/status/191432872832401408/photo/1 e https://twitter.com/#!/epris2justice/status/191453250560602112/photo/1). Dopo diverse insistenze da parte degli attivisti, la Tukish Airlines si è decisa a menzionare l’ordine del governo israeliano, nella lettera che ha consegnato ai passeggeri bloccati a terra (https://twitter.com/#!/epris2justice/status/191474203269136384/photo/1).

Video e foto degli estremisti del National Union Party, presenti all’aeroporto Ben Gurion per “accogliere” gli attivisti internazionali: hhttp://yfrog.com/2omdaxz

ttp://yfrog.com/2omdaxz

https://twitter.com/#!/nenanewsagency/status/191450033638490112/photo/1

Grande spiegamento di forze, non solo all’aeroporto Ben Gurion (peraltro, annunciato) ma anche in altri aeroporti europei, con intervento, in alcuni, anche dei commandos israeliani (http://www.twitvid.com/UURW0).

Il Vice Ministro degli Esteri israeliano, Dany Ayalon, ha scritto oggi, sulla sua pagina face book: “Stiamo vedendo i risultati di una strategia molto bene preparata, tesa a prevenire l’infiltrazione di attivisti e provocatori il cui scopo è di infrangere la sovranità di Israele. Stiamo lavorando con i nostri partner per fare in modo che Israele, come qualunque altra Nazione, non permetta a elementi problematici di entrare nel nostro Paese e poter, così, agire contro i nostri interessi nazionali e la nostra sicurezza”. (https://www.facebook.com/DannyAyalon/posts/10150691347691144)

Il signor Ministro dimentica che gli attivisti internazionali, pacifici e armati solo di spazzolino per i denti, volevano andare in Palestina e non in Israele, dove sono costretti a transitare, visto che la Palestina non ha aeroporti e non è uno Stato libero.

Comunicato a cura di

“We are all on the Freedom Flotilla Italia”

https://www.facebook.com/groups/WeAreAllOnTheFreedomFlotilla2/

tagged under:

About Paolo Brogi - View all posts by Paolo Brogi

This author has not fill out his/her bio, coming soon.

Follow paolo-admin on:

2 Responses to Flytilla: fermati in 41 di cui 7 italiani e 6 israeliani

  1. Grazie! Questa è vera informazione!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *