Manovre di Vendola contro Assennato? Ma se nel 2011 l’ha riconfermato per altri cinque anni all’Arpa…

lunedì, novembre 26th, 2012

Dal blog di Paolo Hutter sulle notizie che riguardano presunte manobvre di Vendola per affossare l’Arpa. Ecco:

Uso il blog perchè devo uscire dal codice  stretto della cronaca per un ragionamento urgente. Mentre scrivo, mentre l’ Ilva annuncia la sospensione totale della produzione, circola in rete una notizia che parla di un’indagine da cui emergerebbero pressioni di Vendola per far occultare dall’Arpa i dati sulle emissioni di smog e di veleni a Taranto. Circolano anche già commenti  di lettori che non aspettavano altro per sentenziare sulla complicità della Giunta pugliese con l’inquinamento Ilva. Anche senza attendere i chiarimenti di Arpa e Regione Puglia è bene notare alcune contraddizioni nel testo. Le intercettazioni citate sono di telefonate di Archinà, rappresentante anzi pr dell’Ilva incaricato di proteggere gli interessi dell’azienda presso istituzioni e  opinione pubblica. Che  lui millantasse una ostilità di Vendola verso l’Arpa fa parte dei trucchi del mestiere. Secondo : il direttore dell’Arpa Assennato, che secondo la notizia Vendola “cercava di far fuori” nel 2010, è stato riconfermato nel 2011 dallo stesso Vendola per 5 anni. Terzo, a differenza degli ondeggiamneti del governo Monti in proposito, Vendola non ha mai fatto opposizioni barrriere o critiche verso l’operato della magistratura su Taranto. E’ vero che non si è mai pronunciato per la chiusura dell’ Ilva, ritenendo che si possa arrivare alla compatibilità tra industria e ambiente. Ma  sostenere questa impegnativa è difficile  linea non significa  occultare dati. Del resto, nonostante il tono molto insinuante della notizia che circola, non risulta proprio che nè Vendola nè Arpa nè altri della Regione Puglia siano indagati. Come invece dovrebbe essere se avessero occultato o manipolato dati sull”inquinamento.

tagged under: ....

About Paolo Brogi - View all posts by Paolo Brogi

This author has not fill out his/her bio, coming soon.

Follow paolo-admin on:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *