L’origine del mondo era dell’irlandese Jo Hifferman

giovedì, febbraio 7th, 2013

L’ “origine” dunque sarebbe di una donna che si chiamava Jo Hifferman. Uno studioso ne è certo, ha trovato un quadro con la testa che combacia con quel corpo e la sua origine del mondo. Messa così, con tutto il dovuto rispetto a Jo che a quanto pare frequentava i pittori (era, asserisce lo studioso, amante di Whistler), l’origine diventa più terra terra, perdendo quel suo acefalico mistero. Il ricongiungimento grazie a un olio comprato da un antiquario per 1400 euro nel 2010. Dal punto di vista investigativo invece, chapeau! L’articolo sull’Unità di oggi 7.2.13 e il tutto su Paris Match:

Lo scandaloso Origine del mondo
ora ha finalmente un volto

Ritrovato da un appassionato d’arte, il volto della modella che prestò la sua intimità al quadro di Gustave Courbet: VIDEO | IMMAGINE.

Uno dei dipinti più scandalosi della storia dell’arte. Senz’altro quello che ha fatto girare molti nasi benpensanti dall’alltro lato. ‘L’origine del mondo’, il dipinto di Gustave Courbet conservato al Musee D’Orsay di Parigi, che raffigura il nudo di un mezzo busto femminile a gambe divaricate, ora ha un volto.E a darglielo è il settimanale Paris Match, pubblicando in copertina l’immagine in esclusiva di un quadro ritrovato da un appassionato d’arte, con il volto della modella che prestò la sua intimità al maestro del realismo. Secondo lo specialista del pittore, Jean-Jacques Fernier, il volto è di Jo Hifferman, l’amante irlandese dell’artista statunitense James Whistler, nonché modella apprezzata da Courbet. Ecco la storia: a gennaio 2010 un appassionato d’arte, tale John, acquista a 1.400 euro da un antiquario parigino un olio su tela di 33x41cm, non firmato, raffigurante il volto reclinato di una donna, i capelli mossi castani lungo le spalle, e gli occhi rivolti verso l’alto, come abbandonata al piacere. Il collezionista, che vuole mantenere l’anonimato, grazie a ricerche e pareri di esperti, si persuade che quella testa di donna appartiene alla modella dell’Origine del mondo. Il che – ipotizza – potrebbe significare che il quadro originale è stato diviso in più frammenti e quello esposto potrebbe essere un dettaglio. Allora si rivolge a Fernier, autore di un catalogo ragionato sull’opera di Courbet e le analisi di laboratorio confermano il sospetto: il quadro originale, raffigurante la modella per intero, misura almeno 120×100 cm. Secondo Paris Match, il volto di Jo Hifferman, dopo questa scoperta, potrebbe valere 40 milioni di euro. Se poi il dipinto del Museo d’Orsay sia davvero una parte del tutto, questo andrà dimostrato con prove inoppugnabili.

tagged under:

About Paolo Brogi - View all posts by Paolo Brogi

This author has not fill out his/her bio, coming soon.

Follow paolo-admin on:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *