No a Frontex e a chi come Alfano vuole cooperare con i regimi da cui fuggono i migranti. La commozione affronti ora il mostro, la Bossi Fini. E si aprano le frontiere con un corridoio umanitario. Grazie al sindaco Marino che vuole i superstiti a Roma. La palma del ribrezzo al Foglio

venerdì, ottobre 4th, 2013

Sento dalla radio che il sindaco di Roma Ignazio Marino ha deciso di accogliere i migranti superstiti.

Sento  sempre dalla radio che a Lampedusa i superstiti sono chiusi nel centro di Contrada Imbriacola: lo dice una volontaria di Lampedusa denunciando il fatto di non poterli vedere e incontrare. Ma è la Bossi Fini a stabilirlo. Sono clandestini, no? Andranno ora a Roma? Si spera prima possibile. Bossi e Fini si vergognino del mostro che hanno creato. E Fini che fa il sub vada a farlo ora al largo dell’isola dei Conigli…

Sento sempre dalla radio che il ministro dell’interno ha ipotizzato tra l’altro di creare un rapporto stretto con gli stati da cui vengono i migranti. Una sinergia con governi come quello eritreo? O con la Somalia? Che faccia tosta ha il ministro dell’interno, cooperare con regimi autoritari da cui i migranti scappano.

Sento anche Napolitano – quello che dal Viminale varò i primi Cpt (contento dei mostri che ha creato?) – si congratula col ministro dell’interno.

Il quale sostiene la proposta del Nobel a Lampedusa.

Bene ha fatto la sindaca di Lampedusa Giusi Nicolini a ribattergli: Noi qui non siamo campioni dell’accoglienza, siamo campioni dell’emergenza.

Sento ancora che il presidente del Senato che affronta giustamente il problema, la Bossi Fini, che non consente di  aiutare chi è in difficoltà perché il gesto è un reato, quello di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

A Lampedusa ora c’è una fiaccolata in corso. Anche in Campidoglio a Roma c’è una mobilitazione. Domenica ci sarà una fiaccolata a Bologna. E chissà cos’altro si sta muovendo in Italia.

In quale direzione? Per rafforzare le frontiere e perché Frontex sorvegli meglio i mari?

Che cosa vuole invece il Pd che timidamente, attraverso Epifani, ha ricordato che il problema è la Bossi Fini?

Si farà un corridoio umanitario che è la richiesta più diffusa e credibile avanzata finora?

La commozione prenda una strada chiara. Altrimenti non ci resta che Alfano con le sue altalene che guardano a destra e a sinistra e che finiranno male, c’è da aspettarselo.

P.S.: la palma del ribrezzo la dà stavolta il Foglio di Giuliano Ferrara che supera lo stesso Giornale di Sallusti. Me lo immagino Ferrara nel suo piccolo cerchio di disgraziati giornalisti che lavorano per lui. Chi vuol fare un pezzo contro il buonismo che genera queste tragedie? Mi immagino anche una triste competizione tra i suoi valvassori, che pur di portare a casa uno stipendio scrivono di tutto, un giorno pro la prof che adotta Hitler in classe, un altro contro i gay che vogliono imporci un mondo a loro misura, un altro ancora contro chi alimenta le speranze dei poveri migranti e li illude…

tagged under: ......

About Paolo Brogi - View all posts by Paolo Brogi

This author has not fill out his/her bio, coming soon.

Follow paolo-admin on:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *