L’avvocato Franco Coppi dovrebbe spiegare al suo illustre cliente che se non se ne sta buono il Tribunale di Sorveglianza “dovrebbe” non concedergli l’affidamento ai servizi sociali. Lo dice la legge

giovedì, novembre 28th, 2013

Silvio Berlusconi forse non ha capito bene che cosa significa l’affidamento ai servizi sociali in alternativa al carceri.

I suoi numerosi avvocati, a partire dal penalista Franco Coppi, uomo abituato a calibri difficili come Andreotti o Carnevale, dovrebbero spiegarglielo.

L’articolo 47 della legge 354/1975 parla chiaro: il condannato deve mostrare una “personalità”, insomma una condotta, che giustifichi la misura alternativa. Così il secondo comma. Inoltre la misura può essere revocata in caso di comportamento scorretto. Ecco qui di seguito il testo citato della legge:

2.  Il  provvedimento  e'  adottato  sulla base dei risultati della
osservazione  della  personalita', condotta collegialmente per almeno
un  mese  in  istituto,  nei  casi  in  cui  si  puo' ritenere che il
provvedimento  stesso,  anche  attraverso  le  prescrizioni di cui al
comma  5,  contribuisca  alla  rieducazione  del  reo  e  assicuri la
prevenzione del pericolo che egli commetta altri reati.
11.   L'affidamento   e'  revocato  qualora  il  comportamento  del
soggetto,  contrario  alla  legge o alle prescrizioni dettate, appaia
incompatibile con la prosecuzione della prova.

Perciò quello che è appena passato sotto gli occhi di tutti va esattamente nella direzione contraria.

Il condannato mostra una “personalità” che non cerca alcuna rieducazione.

L’obiezione che si tratta di Berlusconi ha costituito un’anomalia italiana subita da questo paese per troppo tempo.

Perciò non esiste obiezione alla legge.

Sarà un Tribunale di Sorveglianza a decidere sui servizi sociali (o meno, viene da aggiungere a questo punto) per il condannato.

Ci si augura che la legge sia uguale per tutti, compreso Berlusconi.

tagged under: ..

About Paolo Brogi - View all posts by Paolo Brogi

This author has not fill out his/her bio, coming soon.

Follow paolo-admin on:

One Response to L’avvocato Franco Coppi dovrebbe spiegare al suo illustre cliente che se non se ne sta buono il Tribunale di Sorveglianza “dovrebbe” non concedergli l’affidamento ai servizi sociali. Lo dice la legge

  1. vic says:

    IN GALERAAAAAAAA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *