La Polizia Scientifica torna a fare rilievi in via Fani. Ma lo sanno che il salice piangente non c’è più? Morì pochi mesi dopo la strage…

domenica, febbraio 22nd, 2015

La Polizia Scientifica è tornata oggi in Via Fani, a Roma, sul luogo del sequestro Moro. Sono stati eseguiti nuovi rilievi. A chiederli è la commissione parlamentare d’inchiesta.

Che cosa cercano di nuovo? Sicuramente non il salice piangente che assisté al sequestro. L’albero che era all’angolo tra via Fani e via Stresa non c’è più. Era interno al giardino della casa d’angolo, con i suoi rami pencolava sul marciapiede antistante il luogo dell’eccidio.

Morì, come scoprii durante un sopralluogo per un articolo una decina di anni fa, pochi mesi dopo il sequestro e la morte di Moro con i suoi cinque agenti di scorta (due erano carabinieri).

Chiesi al portiere che cosa fosse successo all’albero.

Lui si strinse nelle spalle e mi disse: “E’ morto, del resto era unsalice piangente..,.”.

Scrissi che se aveva avuto un cuore forse era morto di crepacuore.

La Scientifica per i suoi rilievi deve averne fatto per forza a meno.

Lo segnalo alla Commissione, per quanto possa essere utile.

tagged under: ...

About Paolo Brogi - View all posts by Paolo Brogi

This author has not fill out his/her bio, coming soon.

Follow paolo-admin on:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *