L’Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria: “Vietata la sessualizzazione dei bambini…”. Così hanno scritto alla scuola che ha querelato Marina Morpurgo, mai ricevuto risposta

venerdì, aprile 3rd, 2015

Vietata la sessualizzazione dei bambini. Ecco che cosa aveva scritto l’Iap, l’Istituto per l’Autodisciplina Pubblicitaria,  alla scuola della pubblicità con la bambina del caso Morpurgo:

Oggetto: Messaggio pubblicitario Scuola di formazione Professionale SiRi ” Farò l’estetista ho sempre avuto le idee chiare”

Messaggio pubblicitario Scuola di formazione Professionale SiRi “ Farò l’estetista ho sempre avuto le idee chiare”

rilevato su affissioni nella città di Foggia nel mese di novembre 2012

Gentile Dottoressa  Morpurgo,

con riferimento alla Sua richiesta, La informiamo che il caso è stato già oggetto di esame da parte del Comitato di Controllo IAP, che il 30 novembre 2012 chiese all’inserzionista di ripensare la comunicazione in questione, eliminandone la ritenuta non conformità all’art.11 del Codice di autodisciplina della comunicazione commerciale, in particolare al comma:” Sono vietate rappresentazioni di comportamenti o di atteggiamenti improntati alla sessualizzazione dei bambini”.

L’inserzionista, tuttavia, che non faceva parte del sistema autodisciplinare e che aveva utilizzato un mezzo di diffusione di portata locale non tenuto all’osservanza delle norme del Codice, non aveva risposto alla richiesta e per tale ragione, non sussistendo gli elementi che determinano la legittimazione ad agire dello IAP, il caso non aveva potuto avere ulteriore seguito.

Non risulta che tale messaggio sia attualmente diffuso attraverso mezzi aderenti al nostro sistema.

Con i migliori saluti.

I.A.P.

La Segreteria

SEGRETERIA COMITATO DI CONTROLLO

Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria

via Larga 15 – 20122  Milano (Italy)

tel 02/58304941 – fax 02/58303717

www.iap.it

tagged under: ...

About Paolo Brogi - View all posts by Paolo Brogi

This author has not fill out his/her bio, coming soon.

Follow paolo-admin on:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *