Nucleare: la Polverini destinata a portarlo a Montalto di Castro e a Latina?

mercoledì, 3 Febbraio, 2010

Nucleare nel Lazio: la Polverini porterò il nucleare a Montalto e le scorie a Latina? Tutto dipende dalle scelte del govcerno, che deve indicare i siti. Sul tema è intervenuto oggi il consigliere regionale Giovanni Carapella (Pd).
“In attesa dell’ufficializzazione da parte del Consiglio dei Ministri dell’elenco dei siti in cui il Governo Berlusconi intenderebbe realizzare il suo infelice progetto nucleare, intendiamo ribadire la nostra più netta contrarietà all’opzione nucleare nel Lazio e insieme ricordare che la procedura con cui il Governo sta procedendo all’individuazione dei siti e che di fatto esclude le Regioni, è da ritenersi autoritaria e lesiva dei poteri costituzionali delle Regioni stesse in materia di assetto del territorio, rappresentando le eventuali centrali gravi servitù per grandi porzioni del territorio regionale. A questo va aggiunto che un referendum nazionale si è già espresso chiaramente e inequivocabilmente contro l’ipotesi del nucleare in Italia”. E’ quanto dichiara il Presidente della Commissione Lavori Pubblici e Politiche per la Casa alla Pisana, Giovanni Carapella.

“Stiamo parlando – prosegue – di impianti di vecchia generazione per le cui scorie, come più volte sottolineato dal Premio Nobel, Carlo Rubbia, non esiste attualmente un processo di smaltimento da ritenersi sicuro.

La vera alternativa è quella che abbiamo impostato con coerenza in questi anni di lavoro: risparmio energetico a partire dalle abitazioni familiari e diversificazione delle fonti ricorrendo, in particolare, al solare e al geotermico.

Il nucleare – conclude Carapella – era e resta una scelta sbagliata per il Paese e per il Lazio, l’eventuale individuazione di siti a Montalto di Castro e Borgo Sabotino è e resta una proposta irricevibile”.

tagged under:

About Paolo Brogi - View all posts by Paolo Brogi

This author has not fill out his/her bio, coming soon.

Follow paolo-admin on: