Gordon Brown e la “bigotted” Gillian

mercoledì, 28 Aprile, 2010

Bigoted woman, così è stata qualificata tale Gillian Duffy che stava apostrofando il leader laburista Gordon Brown sugli immigrati. Il fuori onda col commento di Brown sulla donna (“una fanatica”) ora sta occupando la scena politica inglese. «Mi stava dicendo che ci sono troppi europei dell’est in questo Paese – ha poi spiuegato Brown -. Mi scuso, e mi scuserò con lei personalmente… Ovviamente può esprimere la sua opinione… Volevo risponderle, ma non ne ho avuto la possibilità perchè c’era una ressa di giornalisti attorno a lei… Era una domanda sull’immigrazione che ritenevo fastidiosa».
Povero Gordon Brown. Quella donna che ce l’ha con gli immigrati dell’est lo mette nei guai? Una volta ce l’avevano con gli irlandesi in Inghnilterra. Tutti questi irlandesi, che vogliono da noi. Poi nel mondo ci sono moltissimi che ce l’hanno avuta con gli inglesi, a partire dìgli anni più bui quando la Compagnia delle Indie – vera essenza della Corona inglese – gestiva il monopolio dell’oppio e della tratta di coolies (immigrati indiani da piazzare un po’ ovunque nbell’emisfero boreale, dal Sud Africa a Ceylon alla Malesia…). Allora la famiglia Duffy chissà in cosa era impegnata? Ora il leader laburista però si deve scusare con lei. Ci sono tutti questi immigrati in giro per l’Inghilterra. Peccato che la Compagnia delle Indie non sia più efficiente come un tempo.

tagged under:

About Paolo Brogi - View all posts by Paolo Brogi

This author has not fill out his/her bio, coming soon.

Follow paolo-admin on: