Interviste inventate. Aldo Grasso e la cialtronaggine. Sì, ma di chi?

venerdì, 16 Aprile, 2010

Leggo Aldo Grasso su “Sette” a proposito di tal Tommaso Debenedetti, di cui ci siamo già occupati riportando l’editoriale scandalizzato di Judith Thurman sul “New Yorker”.
Ricordate, lo “scandalo” di un’intervista a Philkip Roth che Roth ha scoperto casualmente di non aver mai rilasciato ma nella quale gli venivano fatte dire cose mai dette su Obama?
Roth aveva poi scoperto di non essere l’unico malcapiutato, lo stesso trattamento aveva riguardato anche Grisham.
Roth fasullo pubblicato su “Libero”, Grisham fasullo su “Resto del Carlino”, “Il Giorno” e “La Nazione”. Sempre a firma Tommaso Debenedetti.
Ora Aldo Grasso aggiunge altre interviste immaginarie, pubblicate dal “Piccolo” e da altri quotidiani:  vittime  scrittori come Saramago, Morrison, Doctorow, Grasss, Gordimer, Turow, Vidal. Perfino Gorbaciov e Ratzinger nell’ultima intervista da cardinale.

Conclusione di Aldo Grasso. Dedbenedetti? Quasi un eroe nazionale. Millantatore ma genio, “campione della nostra sublime e inimitabile cialtroneria”.
Nostra? Simpatica soluzione, ma non del tutto giusta. Chi manca in questo quadretto della cialtroneria? Mancano i mandanti, i veri responsabili della messa in pagina di queste porcate. Quegli stessi signori che come il direttore Belpietro vanno poi la sera a pontificare, ospiti eterni, nelk talk-show in rappresentanza dei loro editori (o meglio, del loro editore).
Ecco chi manca. Chi pubblica questa roba, come ha fatto il direttore Belpietro. Aldo Grasso, bontà sua, si è fermato prima, però c’è anche e soprattutto questo background di cui dovrebbe occuparsi.
Questa storia delle invenzioni non è neanche un’esclusività del simpatico Debenedetti. Sapeste quante volte nei giornali si sussurra: “Ma questa intervista da dove viene fuori?”
E’ capitato perfino che il presunto intervistato si sia ribellato, abbia scritto, preteso riparazioni. Sapeste in quanto poco conto sono stati tenuti a volte questi malcapitati. Mentre invece i cialtroncelli hanno continuato, sotto l’occhio benevolo dei loro protettori, a fare danni.
E no, dunque, caro Aldo Grasso, il problema non sono solo i millantatori, ma soprattutto chi li alleva, li sprona, li protegge e li gestisce. Tutto questo a difesa di chi invece, per fortuna i più, fa correttamente il lavoro di giornalista. Ne conosco parecchi per fortuna di questo genere.

tagged under:

About Paolo Brogi - View all posts by Paolo Brogi

This author has not fill out his/her bio, coming soon.

Follow paolo-admin on: