Tifoserie e radio: Marione Corsi condannato per aver dato del “frocio” al calciatore Brio

martedì, 13 Aprile, 2010

Condannato Mario Corsi, detto Marione, per aver attribuito una relazione gay al calciatore Sergio Brio nel corso di una trasmissione di Radio centro suono del 27 febbraio 2007.
Corsi condannato a 600 euro di multa e a risarcire la parte lesa. La relazione di Brio sarebbe stata, secondo Corsi, con Cecchi Paone. “Due froci”, nell’eloquio del conduttore della trasmissione romanista “Te la do io Tokyo”.
“Ma siamo passati dalla dittatura del proletariato a due froci?”, questa la frase che è costata al tifoso giallorosso la condanna emessa oggi dal giudice monocratico Angela Tursi della decima sezione penale del tribunale di FRoma. “Sollecitava l’attenzione del pubblico degli ascoltatori su una circostanza non collegata ai temi ordinariamente del programma stesso, chiedendo un applauso per una presunta ‘love story’ tra la parte lesa Sergio Brio ed il giornalista Alessandro Cecchi Paone”. “L’imputato proseguiva – si legge nella sentenza- esprimendo il suo disappunto con i suoi collaboratori di studio, per l’essere cambiato l’argomento della conversazione, ed in particolare pronunciando le seguenti parole: ‘vabbe’ ragazzi, ma siamo passati dalla dittatura del proletariato a due froci?'”. Il giudice afferma inoltre che “Corsi ebbe a riferire attribuendola alla parte lesa Brio, una circostanza – quella della relazione omosessuale con Cecchi Paone – da ritenersi in se stessa per nulla palesemente inverosimile, e neppure percepibile chiaramente come grottesca e caricaturale dal pubblico degli ascoltatori, ma piuttosto, al contrario, ben determinata e potenzialmente suscettibile di essere intesa come veridica, così ledendo l’onore ed il decoro della persona offesa”. Inoltre Brio “essendo ‘coram populo’ appellato come ‘frocio’, viene gratuitamente esposto al ludibrio della sua immagine pubblica, trasmodando le espressioni usate nei suoi confronti nella pura contumelia e denigrazione, in assenza peraltro di ogni minima traccia di quell’interesse sociale che indefettibilmente deve altresì connotare l’esercizio del diritto di satira”.

tagged under:

About Paolo Brogi - View all posts by Paolo Brogi

This author has not fill out his/her bio, coming soon.

Follow paolo-admin on: