Aumenta la tassa rifiuti

mercoledì, 5 Maggio, 2010

“L’aumento della tassa sui rifiuti (Ta.ri) del 10% sulle utenze domestiche e del 12,5% sulle utenze non domestiche, prima nascosto dal Comune (nel tentativo di mascherarlo dietro la eliminazione dell’IVA da parte della Corte Costituzionale), questa mattina è stato approvato dalla maggioranza, nelle Commissioni congiunte Ambiente e Bilancio, con il voto contrario del PD.”. Ne da notizia il Vicepresidente della Commissione Ambiente Athos De Luca, che ha motivato il voto contrario del PD con il peggioramento del servizio e dalla mancata approvazione delle linee guida e del nuovo Contratto di servizio tra Comune e AMA, come denunciato dall’ “Agenzia per il Controllo e la qualità dei servizi pubblici locali per il Comune di Roma” .”. Tra l’altro fa notare De Luca tutti coloro che hanno partita IVA, mentre prima potevano scaricare il 10%, oggi avranno un aumento assoluto 12,5% senza poter scaricare più l’IVA, essendo stata eliminata.
“ Questa ultima vicenda – continua De Luca – mostra la insostenibilità della gestione di AMA del nuovo Amministratore Delegato dott. Panzironi, che in dispregio di tutte le regole di trasparenza e correttezza amministrativa, espone continuamente il Comune di Roma con le sue decisioni, censurate oramai pubblicamente anche dagli organi di controllo della stessa amministrazione e che non mancheranno di interessare anche altri organi esterni come la Corte dei Conti.”.
“ Del resto i primi contraccolpi sul personale dirigente, si stanno concretizzando, se si pensa che in due anni sono cambiati due direttori del Dipartimento ambiente, prima il dott. Togni ed ora il dott. Giuntarelli, i quali evidentemente non se la sentivano più di sottoscrivere tutti i provvedimenti voluti dall’A.D. di AMA, come il recente e ingiustificato annullamento delle gare relative alla manutenzione del verde pubblico predisposto proprio dal dott. Giuntarelli, che ha portato ad una ulteriore proroga fino a giugno ed ha prodotto ricorsi da parte dei vincitori delle gare.”.
“Il PD – conclude De Luca – alla luce di tutto ciò, ritiene oramai incompatibile la permanenza del dott. Panzironi nell’incarico di A.D. di AMA e per questo ne chiediamo le dimissioni.”.

tagged under:

About Paolo Brogi - View all posts by Paolo Brogi

This author has not fill out his/her bio, coming soon.

Follow paolo-admin on: