Le reazioni: Nooooooooooo…

martedì, 16 Novembre, 2010

Nella pagina che è stata creata su Facebook per seguire il processo di Brescia e che conta 2.025 aderenti uno di loro ha appena scritto un secco Nooooooo…. Reazioni anche di pianto da parte dei parenti delle vittime, scippati di nuovo di una conclusione certa. “L’unica cosa a cui penso in questo momento sono quegli otto morti. Noi eravamo in piazza quella mattina” ha detto Manlio Milani, presidente dell’associazione familiari delle vittime della strage di piazza della Loggia, subito dopo la lettura della sentenza (nella foto mentre depone in aula). “So solo che quel giorno con altri amici e mia moglie siamo andati alla manifestazione. Poi sono tornato da solo…”. E ancora: “In questo processo le cose che mi hanno colpito sono state le reticenze, le falsità che hanno raccontato. Stiamo ancora combattendo con un Parlamento che ti dice che sull’applicazione della legge sul segreto di Stato, a quattro anni dalla sua approvazione non ci sono ancora i regolamenti applicativi. Non c’è volontà di affrontare quegli anni”.

Provo un “sentimento di impotenza”, ha detto il sindaco di Brescia, Adriano Paroli, “perché la città voleva due cose: verità e giustizia, ma non si è riusciti a raggiungerle”. “Un insulto irreparabile a quanti quella mattina sono caduti in piazza, ai loro familiari” ha aggiunto Paolo Corsini, deputato del Pd e già sindaco di Brescia, esprimendo “sgomento e sconcerto” per la sentenza che, ha sottolineato “pone fine alla vicenda giudiziaria”. “E’ un insulto – ha ribadito – un’offesa che umilia la città e rischia di spegnere un ansia di verità e giustizia che la ricerca storica e il giudizio politico hanno invece da tempo appagato”. È come se la bomba fosse riesplosa, ha commentato Oliviero Diliberto, segretario nazionale del PdCI-FdS, “riaprendo una ferita che sanguinerà per chissà quanto tempo ancora”.

tagged under:

About Paolo Brogi - View all posts by Paolo Brogi

This author has not fill out his/her bio, coming soon.

Follow paolo-admin on: