Precari, scrivete a Repubblica le proposte indecenti ricevute. Uno di loro scrive: anche voi pagate i precari niente!

venerdì, 12 Novembre, 2010

Cara Repubblica, quanto paghi i precari? La domanda viene spontanea leggendo tra le lettere numerosissime pervenute al quotidiano quella di “bokkeron”, così si firma il giovane lettore che ha partecipato all’iniziativa: “Lavoro, trovarlo è un percorso a ostacoli. Racconta a Repubblica.it le ‘proposte indecenti’.

Ed ecco cosa ha scritto uno dei giovani precari:

“I quotidiani nazionali, prima di fare campagne sull’indecenza delle proposte di lavoro, farebbero bene a evitare le proposte indecenti loro stessi. Non si tratta di proposte ma di lavoro sfruttato. Quotidianamente, com’è ovvio per un quotidiano. Ma anche le agenzie nazionali. Il Giorno-La Nazione paga 3 euro e mezzo a pezzo, indipendentemente dalla lunghezza e dal tipo di notizia e dalla sua collocazione. Quattro anni fa Apcom – agenzia stampa ex Telecom – ha pagato 4 mesi di lavoro da 200 lanci al mese 1.200 euro dopo quattro mesi di stage senza alcun rimborso. Repubblica, stando ai colleghi precari, non è molto meglio”.

Inviato da bokkeron il 10 novembre 2010 alle 14:28

tagged under:

About Paolo Brogi - View all posts by Paolo Brogi

This author has not fill out his/her bio, coming soon.

Follow paolo-admin on: