Rinvenuta bomba su un convoglio metro parcheggiato alla stazione Rebibbia

martedì, 21 Dicembre, 2010

Roma: questa mattina attorno alle 10 un macchinista dell’Atac ha rinvenuto un ordigno sotto un sedile in un vagone posizionato nel «binario tronchino» (nell’area in cui vengono effettuate le manovre dei treni) della stazione della metropolitana linea B Rebibbia.

Sono state immediatamente allertate le forze dell’ordine e i vigili del fuoco, che, intervenuti sul posto, hanno provveduto ad isolare l’area procedendo poi alla constatazione della potenzialità esplosiva dell’ordigno.

Nel pacco, secondo quanto si è appreso, c’erano dei tubi e polvere pirica. Verifiche sono in corso da parte dei carabinieri per accertare se il pacco poteva esplodere e l’eventuale potenziale. L’area è stata messa in sicurezza. La stazione della metro B di Rebibbia, dove sarebbe stato rinvenuto il presunto ordigno, non è mai stata chiusa e la linea B è ancora i funzione.

Che dire di questa bomba? Prima immagine , le tre bombe esplose il 7 .luglio del 2005 nella metropolitana di Londra. Causarono 52 morti, l’attentato era di matrice islamica.

Seconda immagine, la data del ritrovamento: il 21 dicembre. Nella stessa data, nel 2012, c’è chi si aspetta la fine del mondo. Il curioso evento viene collegato temporalmente alla fine di uno dei cicli (b’ak’tun) del calendario Maya. Nessun supporto a questa eventualità da parte della comunità scientifica e neanche dagli studiosi di storia Maya.

Poi per quanto riguarda treni e convogli c’è invece la lunga serie di precedenti da anni ’70 con attentati ai treni (Italicus, Rapido 904) e alle stazioni (Bologna), secondo una strategia eversiva fascista. Di queste stragi conosciamo purtroppo l’elenco delle vittime e la mancata giustizia

tagged under:

About Paolo Brogi - View all posts by Paolo Brogi

This author has not fill out his/her bio, coming soon.

Follow paolo-admin on: