Appello di Amnesty per annnullare le condanne di Panahi e Rasoulof

giovedì, 6 Gennaio, 2011

Iran: appello per annullare le condanne dei registi Panahi e

Rasoulof

Data di pubblicazione dell’appello: 29.12.2010

Status dell’appello: aperto

Ja’far Panahi© AP GraphicsBank

Alessandro Gassman, Andrea Paolotti, Valentina Lodovini, Martin Scorsese, Sean Penn, Harvey Weinstein, Mohsen Makhmalbaf, Googoosh, Roxana Saberi, Rudi Bakhtiar, Hadi Ghaemi, Lina Wertmuller, Hamid Dabashi e Peter Billingsley invitano a firmare l’appello per annullare la condanne di Jafari Panahi e Mohammad Rasoulof.

Jafar Panahi è stato condannato a sei anni di carcere con l’accusa di “propaganda contro lo  stato” per aver girato un film considerato “antigovernativo” e per aver istigato le proteste seguite alle elezioni presidenziali dello scorso anno. Oltre ad aver realizzato film  pluripremiati come “Il cerchio”, è stato sostenitore del Movimento Verde in Iran.

Anche il suo collaboratore artistico, Mohammad Rasoulof, è stato condannato a sei anni di carcere.

Leader della repubblica islamica
Ayatollah Sayed ‘Ali Khamenei
The Office of the Supreme Leader
Islamic Republic Street – End of Shahid Keshvar Doust Street, Tehran, Islamic Republic of Iran
Email:info_leader@leader.ir
via website: http://www.leader.ir/langs/en/index.php?p=letter (English)

Eccellenza,

Le scrivo per esprimerLe la mia preoccupazione in relazione alla dura sentenza emessa nei confronti del noto regista Jafar Panahi, condannato a sei anni di carcere e al divieto totale di svolgere le sue attività artistiche per 20 anni. È stato accusato di “propaganda contro lo stato” per aver girato un film considerato critico verso il governo e per aver presumibilmente incitato le proteste seguite alle elezioni presidenziali dello scorso anno. Anche il suo collaboratore artistico, Mohammad Rasoulof, è stato condannato a sei anni di carcere.

Jafar Panahi era stato arrestato il 1° marzo 2010 e detenuto per circa tre mesi. Mentre era in carcere, ha fatto sapere di aver subito trattamenti degradanti e per protesta ha portato avanti uno sciopero della fame di nove giorni. Poiché era in prigione, non ha potuto accettare l’invito a partecipare alla giuria del prestigioso Festival del Cinema di Cannes nel maggio del 2010.

La sollecito ad annullare le dure sentenze emesse a carico di Jafar Panahi e Mohammad Rasoulof e a far cadere le accuse nei loro confronti. Queste accuse sono legate allo svolgimento delle loro attività pacifiche di artisti e attivisti politici. Il diritto alla libertà di espressione attraverso l’arte e all’attivismo politico pacifico è garantito dall’articolo 19 del Patto internazionale sui diritti civili e politici, di cui l’Iran è stato parte.

La ringrazio per la sua attenzione.

Scarica l’appello in favore dei registi Panahi e Rasoulof (6.41 KB)

Panahi e , dietro, Rasoulof

tagged under:

About Paolo Brogi - View all posts by Paolo Brogi

This author has not fill out his/her bio, coming soon.

Follow paolo-admin on: