Belgio: attraverso Facebook cinque studenti portano in piazza 50 mila persone. Per “shame” la marcia della vergogna

domenica, 23 Gennaio, 2011

Facebook anche in Belgio per convocare una manifestazione dei senza-partito per dire no alla situazione di rottura (fiamminghi-valloni) che si trascina da mesi senza soluzione. Ai cinque studenti che hanno proposto l’iniziativa di piazza hanno risposto in 50 mila. Evidentemente i cinque propositori hanno saputo interpretare uno stato d’animo diffuso gtra i belgi.

«Shame», la marcia della vergogna. I giovani che in Belgio sono sul piede di guerra contro la classe dirigente accusata di incapacità hanno intitolato così la manifestazione che domenica mattina ha portato in piazza a Bruxelles oltre 50mila persone. Il Belgio è da sette mesi a questa parte immobilizzato in uno stallo istituzionale e politico senza precedenti nella storia. Dopo un voto dall’esito a dir poco incerto, i partiti non riescono a trovare un accordo sul governo da nominare. Al richiamo dei cinque studenti organizzatori dell’evento ha risposto quindi un numero record di cittadini. Un boom senza precedenti, se si considera che i mezzi di comunicazione organizzati sono unicamente, Internet e Facebook, si tratta di un successo che va ben oltre le più rosee previsioni.

Il corteo – formato da moltissime famiglie con bambini scese in strada nonostante la giornata fredda e piovosa – si è sviluppato attraverso le vie della capitale in maniera assolutamente pacifica, senza incidenti di sorta. La manifestazione è stata totalmente «apolitica», nel senso che nessun partito politico l’ha sponsorizzata. E così nel corteo si sono visti cartelli di questo tipo: «Politici, siete pagati per trovare soluzioni, smettetela con i vostri giochi da bambini, vogliamo risultati», «Finita la ricreazione, è tempo di governare», «Dividerci? Non in nostro nome», «Politico, svegliati», «È tempo di formare un governo, stop al circo della politica», e «Meno bla-bla, più risultati».

tagged under:

About Paolo Brogi - View all posts by Paolo Brogi

This author has not fill out his/her bio, coming soon.

Follow paolo-admin on: