Le ragazze di via Olgettina, a due passi dal San Raffaele e dal Monte Tabor

sabato, 15 Gennaio, 2011

Olgettina e Monte Tabor. Nella via di Milano Due che a questo punto della storia italiana sembra quasi un refuso o una pronuncia cinese di qualcos’altro, c’è innanzi tutto la fondazione del San Raffaele ispirata al Monte Tabor. Sta al numero 60. Istituzione privata sanitaria cattolicissima, con l’ispirazione al monte su cui i Vangeli narrano la trasfigurazione del Cristo. Monte Tabor detto anche Hermon, più semplicemente noto come l’Alto Monte.

Poi al numero 65 ecco invece l’alveare delle ragazze delle serate berlusconiane di Arcore. Con 14 frequentatrici di Arcore ricompensate con un signor appartamento. Ora uscendo di casa, tra i cronisti, cercano di nascondere il volto ma eccole qua, con le loro case piene di oggettini e regalucci e banconote di grosso taglio. Più biglietti per vedere il Milan. A due passi dal Monte Tabor milanese.

Che c’entra l’ospedale cattolico, in cui va spesso in pellegrinaggio Letizia Moratti, con Olgettina 65? Beh, bisognerebbe chiederlo ai cattolici berlusconiani così compiacenti con i vizietti del loro chef.

Com’è che non vedono che Ruby era all’epoca dei fatti era una minorenne. E una minorenne, come ha ricordato oggi Bersani, dovrebbe andare a scuola e non alle feste notturne nella casa di vecchi ricconi. O no?

Ora emerge che ad Arcore le ragazze si traveswstivano da infermiere, infermiere a seno nudo, come in un film pecoreccio degli anni ’60. Neanche questo fa arrabbiare la sanità cattolicissima del Saqn Raffaele?

Veniamo a Olgettina 65. Chi ci abita dunque?

In cima alla lista c’è Iris Berardi (sopr), diciottenne forlivese di origine brasiliana che nel 2009 partecipa a Miss Italia e diventa miss Rocchetta Bellezza.

Ha come vicine di casa Eleonora e Imma De Vivo, le gemelle napoletane diventate note perché Silvio Berlusconi le definiva «un amuleto» e le invitava a tutti i Consigli dei ministri organizzati nel capoluogo campano durante l’emergenza rifiuti. Dopo qualche mese hanno partecipato a L’Isola dei Famosi e non si ricordano ulteriori performance degne di nota nello spettacolo, ma evidentemente la frequentazione con il premier non si è mai interrotta tanto da decidere di trasferirsi a Milano.
Elisa Toti in un altro appartamento.

Un altro per Aris Espinoza.

Poi Barbara Guerra e Ioana Visan, già nell’inchiesta barese sulle ragazze reclutate dall’imprenditore Giampaolo Tarantini.

Appartamento anche per Marysthelle Garcia Polanco, soubrette a Colorado Cafè su Italia1, la stessa trasmissione che ha fatto la fortuna della Minetti. La dominicana ha sempre negato, ma la sera in cui Ruby fu portata in questura molti giurano di averla vista in compagnia della consigliera regionale mentre insieme attendevano il rilascio della giovane marocchina.

Poi c’è Barbara Faggioli, nota per essere una delle vallette dello Show dei record su Canale5 e per aver preso parte a un paio di fiction.

Miriam Loddo, della scuderia di Lele Mora, che vanta tra le sue apparizioni televisive quella al programma di Maria De Filippi Uomini e Donne con il ruolo di corteggiatrice.

Alessandra Sorcinelli, approdata sul piccolo schermo perché, recita il suo curriculum, «in un programma mattutino stesa su un lettino ambulatoriale prestava la sua immagine e il suo corpo statuario (e seminudo) ai vari dottori che spiegavano al pubblico a casa come si facessero determinate cure, massaggi o manipolazioni» e poi arrivata al real show Uno, due, tre, stalla!.

Raissa Skorkina, nel 2005 ragazza immagine al Billionaire di Flavio Briatore, poi reclutata da Mora.

E Lisa Barizonte.

tagged under:

About Paolo Brogi - View all posts by Paolo Brogi

This author has not fill out his/her bio, coming soon.

Follow paolo-admin on: