Sampietrini in ricordo dei deportati. Demnig: in Danimarca mi hanno detto che non hanno soldi per queste cose

mercoledì, 12 Gennaio, 2011

Gunter Demnig ha posizionato oggi per tutta la giornata parte delle 54 stolpersteines , pietre d’inciampo in ricordo dei deportati uccisi nei lager nazisti, nel I Municipio. Intensa e partecipata la cerimonioa a Lungotevere Sanzio 2 per ricordare, con quattro sampietrini, i Fatuzzi. Sira Fatuzzi ha detto: “Per anni questi miei parenti scomparsi nel nulla erano come dei fantasmi.Ora con queste pietre li ho ritrovati un po’…”. Angelo Fatucci, sua moglie Cesira Della Torre, Attilio Fatrucci, Teresa Campagnano…

Demnig denunzia intanto la situazione che si è creata in Danimarca. “Mi hanno detto che non hanno soldi per queste pietre d’inciampo”. Se si considera che il costo è di 100 euro a sampietrino è evidente che dietro questa scusa dei fondi si nasconde un negazionismo  neanche troppo ben celato.

A Roma il posizionamento delle pietre continuerà anche per tutta la giornata di domani. (Nelle foto Demnig e Sira Fatucci, a Lungotevere Sanzio)

tagged under:

About Paolo Brogi - View all posts by Paolo Brogi

This author has not fill out his/her bio, coming soon.

Follow paolo-admin on: