Una villa romana scoperta a Grottaperfetta

mercoledì, 19 Gennaio, 2011

I lavori preliminari per la realizzazione di un vasto comprensorio edilizio tra le vie Ardeatina e Laurentina, porzione della Campagna romana di grande valore storico e paesaggistico, hanno portato alla luce i resti di una villa romana e di una necropoli, tuttora in corso di studio da parte della Soprintendenza Archeologica di Roma”, spiega l’archeologa Maria Rosa Patti.

“La presenza di questi importanti reperti in un’area destinata a essere intensivamente edificata – aggiunge l’archeologa – offre la possibilità di una riflessione sia riguardo la tutela e la valorizzazione del patrimonio archeologico ancora ignoto, sia riguardo l’impatto ambientale e umano che l’espansione edilizia ha sulle città. Lo storico legame, culturale ed economico, tra Roma antica e il suo territorio extraurbano è evidenziato dai ritrovamenti che negli ultimi anni si sono susseguiti proprio durante i numerosi lavori per la costruzione di nuovi comprensori abitativi e commerciali. La valorizzazione ben studiata di aree archeologiche in questi contesti lega la città storica alle nuove periferie, creando una continuità culturale e un legame più intenso con il territorio, spogliando le aree cittadine periferiche dalla sensazione che queste siano solo anonimi dormitori e offrendo alla cittadinanza zone di socializzazione che possano essere alternative agli inevitabili centri commerciali”.

A Grottaperfetta la villa romana hba sconvolto un po’ i soliti piani palazzinari. Non più di gtangto, però, perché la sovrintendenza non ha fatto granché delegando agli archeologi impèegnati sul territorio il problema.

Che è: che fare di questi resti?

Le foto sono di Alessandro Lisci.

tagged under:

About Paolo Brogi - View all posts by Paolo Brogi

This author has not fill out his/her bio, coming soon.

Follow paolo-admin on: