Notte di tregenda per la pagina del Popolo Viola. Un black out dopo l’altro. Democrazia degna di mullah o rais

giovedì, 17 Febbraio, 2011

Fino alle 2 stanotte ho assistito all’incredibile black out a singhiozzi durato varie ore della pagina del Popolo Viola con 361 mila aderenti. Non so che cosa sia successo poi. Stamani la ritrovo. Non so cosa succederà ancora. Ieri sera prima di mezzanotte abbiamo appreso da un’amministratrice della pagina di essere stata cancellata (bannata). Ha fatto il nome di un altro amministratore, Malerba,  con cui avrebbe avuto dissensi. Non si capisce su che cosa. Ma è importante?

Comunque sia trovo che aver impedito l’accesso ai 361 mila potenziali utilizzatori della comunicazione tramite questa pagina costituisca un fatto molto grave. Mi chiedo: i responsabili non devono risponderne con nessuno? E’ questa la democrazia che si auspica? Francamente la cancellazione della comunicazione, in forme ovviamente ancor più brutali e massicce, è stata perpretata di recente da regimi come quelli dei militari birmani, dei mullah iraniani, dei rais arabi agonizzanti come in Tunisia e in Egitto. E’ questo il modello a cui ci si ispira?

Per fortuna ho questo mio blog e sono un giornalista, quindi non ho necessità assoluta di uno strumento come questa pagina. Ma tutti gli altri che non hanno mezzi alternativi?

Immagino che non ci sarà risposta. E questo è ancora più grave.

tagged under:

About Paolo Brogi - View all posts by Paolo Brogi

This author has not fill out his/her bio, coming soon.

Follow paolo-admin on: