Iodio 131 in Usa, Cina, Thailandia. Tracce in Val d’Aosta, non rilevanti

martedì, 29 Marzo, 2011

Ore 10, bollettino del 29 marzo: da corriere it notizie da Usa e Cina, tracce di Iodio 131. Situazione in Italia, tracce di Iodio 131 ma non rilevanti dal punto di vista samitario. A Fukushima tracce di plutonio intorno alla centrale, confermata da Tepko fusione parziale di un nocciolo. Contaminazione in aumento.

 

RADIOATTIVITA’ IN USA E CINA – Intanto negli Usa continuano ad essere rilevate tracce di iodio radioattivo, collegabili all’incidente nucleare in Giappone, in campioni di acqua piovana. Nel weekend le rilevazioni hanno dato risultati positivi in Massachusetts, sulla costa atlantica. Il basso livello di iodio radioattivo 131 rilevato nelle precipitazioni è paragonabile, hanno spiegato le autorità, alle quantità trovate anche sulla costa pacifica, in California e nello Stato di Washington, e non pone rischi per le forniture idriche. Campioni di aria analizzati nella stessa zona in Massachusetts non hanno mostrato tracce di radiazioni rilevabili. I campioni sono stati prelevati da più di 100 siti in tutto il Paese che fanno parte del sistema di monitoraggio ambientale degli Stati Uniti per la protezione da radiazioni. Anche in Cina sono state trovare tracce di radioattività nell’aria nella provincia nordorientale cinese dell’Heilongjiang ma, secondo quanto riferisce l’agenzia Nuova Cina, i livelli di concentrazione non sono preoccupanti per la salute delle persone.

Bolzano. Situazione nei limiti. Si registra una punta di 0,15 microsievert a Renon domenica 27 marzo. Tracce di Iodio 131 rilevate in Val d’Aosta.

Ecco:

Valori giornalieri di radioattività sul particolato atmosferico

Punto di misura: Saint-Christophe, Sede ARPA Valle d’Aosta in Loc. Grande Charrière

– dalle ore 9.00 del 22/03/2011 alle ore 9.00 del 23/03/2011
Cesio 137 inferiore a 0,49 mBq/m3
Cesio 134 inferiore a 0,45 mBq/m3
Iodio  131 inferiore a 0,50 mBq/m3

– dalle ore 9.00 del 23/03/2011 alle ore 9.00 del 24/03/2011
Cesio 137 inferiore a 0,45 mBq/m3
Cesio 134 inferiore a 0,47 mBq/m3
Iodio  131 inferiore a 0,59 mBq/m3

– dalle ore 9.00 del 24/03/2011 alle ore 9.00 del 25/03/2011
Cesio 137 inferiore a  0,35 mBq/m3
Cesio 134 inferiore a  0,44 mBq/m3
Iodio 131 inferiore a  0,44 mBq/m3

– dalle ore 9.00 del 25/03/2011 alle ore 17.00 del 27/03/2011
Cesio 137 inferiore a  0,06 mBq/m3
Cesio 134 inferiore a  0,06 mBq/m3
Iodio 131 concentrazione rilevata 0,18 mBq/m3

– dalle ore 17.00 del 27/03/2011 alle ore 10.00 del 28/03/2011
Cesio 137 inferiore a  0,22 mBq/m3
Cesio 134 inferiore a  0,21 mBq/m3
Iodio  131 concentrazione rilevata 0,34 mBq/m3

Si rilevano tracce di Iodio 131 nel particolato atmosferico.
Dal 25 marzo, livelli analoghi sono misurati in diverse altre regioni italiane.
I livelli rilevati sono largamente inferiori ai livelli di rilevanza radioprotezionistica.

tagged under:

About Paolo Brogi - View all posts by Paolo Brogi

This author has not fill out his/her bio, coming soon.

Follow paolo-admin on: