Domenica 27 h 11: pioggia con iodio 131 nel Massachusetts. No anomalie in Francia e Italia. A Fukushima forse fusione parziale di un nucleo

lunedì, 28 Marzo, 2011

Domenica 27 ore 11 lunedì: dagli Usa arrivano notizie di pioggia con Iodio 131 (fonte corriere.it), la Francia ha campioni invece entro i limiti (fonte Institut de radioactivité et sureté nationale, Irsn) .

Le rilevazioni di Bolzano non mostrano anomalie.

L’alta radioattività di Fukushima secondo molti media che raccolgono opinioni di esperti è dovuta con tutta probabilità alla parziale fusione del nucleo di uno dei reattori.

PIOGGIA RADIOATTIVA NEGLI USA – Intanto negli Usa continuano ad essere rilevate tracce di iodio radioattivo, collegabili all’incidente nucleare in Giappone, in campioni di acqua piovana. Nel weekend le rilevazioni hanno dato risultati positivi in Massachusetts, sulla costa atlantica. Il basso livello di iodio radioattivo 131 rilevato nelle precipitazioni è paragonabile, hanno spiegato le autorità, alle quantità trovate anche sulla costa pacifica, in California e nello Stato di Washington, e non pone rischi per le forniture idriche. Campioni di aria analizzati nella stessa zona in Massachusetts non hanno mostrato tracce di radiazioni rilevabili. I campioni sono stati prelevati da più i 100 siti in tutto il Paese che fanno parte del sistema di monitoraggio ambientale degli Stati Uniti per la protezione da radiazioni.

Francia (Fonte Irsn)

La détection d’iode 131 sur un prélèvement de particules atmosphériques effectué le 24 mars au sommet du Puy de Dôme, a été communiquée dans le bulletin n°3 du 26 mars.

Cette première mesure est confirmée par une seconde détection d’iode 131 en région parisienne (Orsay, 91), sur un prélèvement de particules atmosphériques effectué le 25 mars. Ces concentrations d’iode correspondent à un niveau de trace dans l’atmosphère et ne représentent aucun danger environnemental ou sanitaire.

L’IRSN est en train d’analyser des prélèvements d’iode 131 sous forme gazeuse ; les résultats acquis jusqu’à présent sont en dessous des limites de détection des appareils de mesure.

tagged under:

About Paolo Brogi - View all posts by Paolo Brogi

This author has not fill out his/her bio, coming soon.

Follow paolo-admin on: