Una scarcerazione targata Pinera

venerdì, 11 Marzo, 2011

Alfonso Podlech farà come Jorge Olivera, un militare argentino che fu imbarcato a Roma su un’auto e trasferito in poche ore a Malpensa per fuggire via lontano col primo aereo utile? E’ uno scenario possibile.

La scarcerazione dell’ex pm militare non è arrivata come un fulmine a ciel sereno. Già ieri in aula, di fronte alla I Corte d’Assise, l’avvocato Podlech esibiva una frenesia piuttosto evidente. Diversamente dal solito, quasi sempre con la testa immersa nelle sue scartoffie a fianco dell’avvocato Caricaterra, continuava invece a chiedere cose a un giovane dello studio Caricaterra e ha fatto anche una dichiarazione spontanea molto ossequiosa per i giudici.

Poi ecco oggi, ancor prima che scattasse la scarcerazione,  uscire in Cile una dichiarazione di suo figlio. La notizia del Tribunale del riesame già circolava in Cile con una rapidità eccessiva.

Retroscena. Pochi giorni fa è venuto in Italia in visita di stato il presidente cileno Sebastian Pinera. Intervistato dal Corriere della Sera (Paolo Valentino) Pinera ha elogiato Pinochet per aver ammodernato il Cile, certo non per i diritti civili che ha riconosciuto calpestati.

Cosa avrà chiesto per Podlech alle autorità italiane l’imprenditore Pinera? Non lo sappiamo. Sappiamo però che Pofìdlech in Cile è considerato quasi un prigioniero politico dalla destra che sostiene Pinera. E una campagna in suo favore è attiva da tempo.

Tirare le somme alla luce di quanto avviene lo può fare chiunque. Senza neanche eccessivo ricoso alla malizia.

tagged under:

About Paolo Brogi - View all posts by Paolo Brogi

This author has not fill out his/her bio, coming soon.

Follow paolo-admin on: