Denunciare i casseurs prima che creino il vuoto. Appello a partiti e comitati

sabato, 15 Ottobre, 2011

Basta tolleranza. Chi conosce i casseurs li denunci. Non è possibile che queste minoranze mettano a repentaglio la vita di migliaia e migliaia di persone ostaggio delle loro azioni. E che ne distruggano le possibilità di espressione politica e sociale.

Il centro sociale Askatasuna – facciamo 8un primpo esempio – fa finta di non conoscerli? Com’è possibile: un blocco di questi signorini sfilava poco dopo il camion del centro sociale piemontese.

L’Askatasuna è d’accordo con questi metodi? Allora lo dica esplicitamente.

Quello che mi pare chiaro è che se certi gruppi vogliono mettere a ferro e fuoco una situazione lo facciano assumendosene le responsabilità, E soprattutto dentro scadenze  loro.

Approfittare di situazioni di massa come quella di oggi a Roma è da sciacalli.

Gli sciacalli, anche se giovani e giovanissimi, devono essere denunciati, bloccati.

Per quanto mi riguarda è lo stesso problema che oltre trent’anni fa abbiamo – mutatis mutandis –  avuto con i terroristi. Nessuna tolleranza, guai a non capire, sono pericolosi e se sono giovani questo che significa?

Piacerebbe sapere che cosa ne pensano del problema le forze politiche che peraltro oggi erano presenti alla manifestazione.

Piacerebbe conoscere la posizione delle associazioni di massa che sfilavano – finché hanno potuto – a Roma oggi. Aquila, no tav, acqua ecc.

Nessuno ha da dire nulla?

tagged under:

About Paolo Brogi - View all posts by Paolo Brogi

This author has not fill out his/her bio, coming soon.

Follow paolo-admin on: