Non c’è posto per la donna più votata di Sel a Roma: il caso scandaloso di Gemma Azuni, umiliata da Marino e dal partito di Nichi Vendola

mercoledì, 26 Giugno, 2013

Vergognosa umiliazione di Gemma Azuni, la consigliera donna più votata per Sel a Roma con oltre 5300 preferenze.

Marino la dimentica totalmente, in questo aiutato da Sel che ora prospetta perfino di non considerarla neanche capogruppo e optando con tutta probabilità per Gianluca Peciola.

La vicenda Azuni ricorda il trattamento altrettanto ignobile che il Pci riservò a suo tempo a Renato Nicolini. Il fatto di raccogliere una vasta acclamazione popolare sembra non contare per queste nomenclature prive di decenza.

La sorte di Maria Gemma Azuni, da anni e anni attivista indefessa nel sociale, è un vero scandalo. Una delle donne più votate per l’aula Giulio Cesare viene relegata in un  angolo, per il semplice fatto di non piacere alla dirigenza del suo partito nel quale Nichi Vendola sembra neanche rendersi bene conto del sopruso ripetuto che sta avvenendo.

Ai servizi sociali Marino le ha preferito un personaggio sbiadito,  legato però a Sant’Egidio.

Per Gemma Azuni ora si prospetta il misero contentino della vicepresidenza dell’aula. Davvero penoso.

Francamente mi pare che sia nato un vero caso.

P.S.: se Gemma Azuni decidesse di andarsene da Sel forse farebbe la cosa giusta.

tagged under: ..

About Paolo Brogi - View all posts by Paolo Brogi

This author has not fill out his/her bio, coming soon.

Follow paolo-admin on: