Noemi Di Segni nuovo Presidente dell’Ucei nel segno dell’eredità Gattegna

domenica, 3 Luglio, 2016

L’Ucei prosegue nell’eredità Gattegna. Eletta Presidente Noemi Di Segni, già assessore al bilancio nella giunta uscente e capolista della lista Bené Binah a Roma, che con Menorah ha condiviso nelle recenti elezioni del consiglio la vittoria nei confronti della destra ebraica romana.

Noemi Di Segni, 47 anni, nata a Gerusalemme e romana d’adozione, è stata eletta oggi nuovo presidente dell’Unione delle comunità ebraiche. Assessore al Bilancio nel passato quadriennio di governo Ucei, ha ottenuto l’incarico a larga maggioranza nel corso della prima riunione del nuovo Consiglio dell’Unione.
In un recente intervento su Pagine Ebraiche Noemi Di Segni aveva sostenuto la necessità di “rimarcare ancora di più il contributo valoriale che l’ebraismo italiano offre e condivide con la società esterna e il modo in cui l’ebraismo stesso è riconosciuto e tutelato. Ma la sfida è anche verso l’interno, il reciproco rispetto e la capacità di ascolto. È fondamentale mantenersi ed evolversi nel rispetto e nella valorizzazione delle peculiarità culturali e ritualistiche di ogni comunità esistente, dell’emergente presenza ebraica nel Meridione, al contempo ridefinendo modelli di gestione e di governance che siano in grado di offrire e sostenere le molteplici esigenze”.

tagged under: .

About Paolo Brogi - View all posts by Paolo Brogi

This author has not fill out his/her bio, coming soon.

Follow paolo-admin on: