Bugie dell’Onu sulla zona sicura. 15 giorni prima c’erano andati con i blindati

domenica, 28 Febbraio, 2021

Le Nazioni Unite mentono. IL WFP-PAM dell’ONU mente. Eccone la prova.

Pochissimi giorni prima dell’eccidio – due settimane prima –  su quella strada la N2 dichiarata “verde” e quindi sicura dal Pam era transitato un convoglio con blindati delle Nazioni Unite.

Parliamo della visita in Congo del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, visita durata dall’11 al 13 febbraio.

Il  12 FEBBRAIO, IL CONSIGLIO DI SICUREZZA DELL’ONU ERA ANDATO IN VISITA NELLA STESSA ZONA, DOVE SAREBBE AVVENUTO POI L’ECCIDIO, CON UN CONVOGLIO MUNITO PERO’ DI MEZZI BLINDATI.

NEGLI INCONTRI I RAPPRESENTANTI DELL’ONU HANNO APPRESO POI CHE STA DILAGANDO LA PIAGA DEI SEQUESTRI DIN PERSONA

La folta delegazione del Consiglio di Sicurezza del’Onu ha percorso con un convoglio blindato la stessa strada N2 su cui pochi giorni dopo è avvenuto l’agguato mortale contro Attanasio e gli altri. Il convoglio era diretto a Ruitshuru, ma strada facendo ha incontrato molti attori della sicurezza in Congo: oltre ai Peacekeepers Monusco,  militari della FARDC (l’esercito congolese), agenti della PNC (la polizia), membri dei servizi dell’ANR (National Intelligence Agency). Poi al Quartier generale del Parco Virunga i rangers dell’ICCP. .

Un resoconto è stato fornito e lo si trova al link che qui di seguito allego (comprende anche foto del convoglio ecc).

https://monusco.unmissions.org/en/drc-un-security-council-delegation-ground-visit-north-kivu

https://monusco.unmissions.org/en/drc-un-security-council-delegation-ground-visit-north-kivu

Erano guidati da un diplomatico belga, Axel Kenes, e assistiti dall’ambasciata norvegese a Kinshasa. Della delegazione facevano parte rappresentanti irlandesi ed estoni.

La foto del rendiconto mostra dunque  un convoglio molto lungo, con mezzi blindati come certamente il secondo dal cui tetto spunta un militare armato, protetto da altri militari in armi.

Che cosa è venuto fuori dagli incontri? Una segnalazione, in particolare, lo dice lo stesso resoconto: La piaga dilagante dei sequestri di persona.

Altro che situazione sicura.

Insomma due pesi e due misure: per Attanasio l’Onuil 26 febbraio – due settimane dopo –  ha previsto due Toyota qualunque e il risultato si è visto.

tagged under: .........

About Paolo Brogi - View all posts by Paolo Brogi

This author has not fill out his/her bio, coming soon.

Follow paolo-admin on: